Back

Meno sprechi e biodiversità, il manifesto di Slow Food

Una nuova politica alimentare per un’Europa diversa. Sostenibile e solidale. Ma anche più democratica e popolare. L’associazione Slow food ha lanciato il proprio Manifesto da far sottoscrivere ai candidati in vista delle elezioni del 26 maggio: una serie di impegni da seguire per i prossimi 5 anni a Bruxelles. Principalmente sono sei i macro-punti individuati: sostenere la transizione da una Politica Agricola Comune a una Politica Alimentare Comune per avviare il cambiamento culturale globale; rendere buona, pulita e giusta la Politica Agricola Comune; combattere il cambiamento climatico; promuovere la biodiversità; proteggere gli ecosistemi marini; garantire il rispetto delle persone e dell’ambiente a livello globale.

Statistiche inquietanti

L’iniziativa parte da alcuni dati ufficiali preoccupanti. “Nel 2016, ad esempio, ogni due giorni il 9,1% della popolazione dell’Ue non  è riuscita a garantirsi un pasto di qualità (Eurostat 2016); tra il 2003 e il 2013 oltre un’azienda agricola su quattro è scomparsa in Europa (Eurostat 2016); il 20% del cibo prodotto nell’Ue viene perso o sprecato ogni anno”, ha messo in evidenza Slow Food. Un cortocircuito dannoso per i cittadini e che complica l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile.

Ma ci sono anche altri aspetti, che vengono sottolineati dell’associazione: “L’Unione Europea importa annualmente fino a 22 tonnellate di soia e pannelli di soia provenienti per la maggior parte da Paesi del Sud America, dove la deforestazione, gli espropri, gli avvelenamenti da pesticidi e le violazioni dei diritti umani che colpiscono le zone di produzione agricola intensiva sono documentati”. C’è inoltre la questione della biodiversità: negli ultimi 100 anni, l’abbandono delle colture locali a vantaggio di varietà altamente produttive e geneticamente uniformi, ha causato la perdita di circa il 75% della biodiversità vegetale. Un disastro.

Unione europea più democratica e agricola

Ai candidati, e quindi ai futuri eurodeputati, viene chiesto una serie di cambiamenti rispetto al passato: la strategia è doppia, comprendendo l’aspetto più strettamente tecnico e istituzionale a quello più popolare. Nel manifesto è infatti richiesto esattamente di coinvolgere “i portatori di interesse riconoscendo loro un ruolo più attivo di quanto non è stato fatto sino a oggi” e riavvicinare i cittadini affinché “la democrazia europea sia rivitalizzata, dando alle persone la possibilità di esprimersi su quanto ritengono importate – a partire dal loro cibo quotidiano”. Quindi lobbisti e cittadini dalla stessa parte, non visti come universi a sé stanti.

Europa: impegno politico per l’agricoltura

Oltre a questo lavoro, ovviamente, il Manifesto di Slow Food sollecita un’azione politica incisiva, concentrata sull’agricoltura di qualità, come si evince dai sei punti prima elencati. Su tutti spiccano l’impegno per l’approvazione di “un trattato vincolante delle Nazioni Unite che renda le imprese multinazionali e le corporation responsabili per le eventuali violazioni dei diritti umani, l’evasione fiscale e ogni altra pratica che va oltre il bene comune e gli interessi della collettività e metteee fine alla loro impunità”, l’individuazione di “un obiettivo vincolante a livello europeo sulla riduzione degli sprechi alimentari dalla produzione agricola al consumo” e la promozione di “risorse genetiche marine in quanto patrimonio dell’umanità”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup