Back

Made in Italy: tutto il bene ed il male del nostro Paese

Il Made in Italy va fortissimo in Europa. Siamo i numero uno nell’agricoltura sostenibile, di qualità e sicurezza dei prodotti; siamo i primi nel boom del bio e sul terreno del turismo sostenibile,

Purtroppo siamo anche il primo paese dell’Ue per morti premature da biossido di azoto (NO2) e nel gruppo di quelli che sforano sistematicamente i limiti di legge per i principali inquinanti atmosferici. L’analisi emerge dai dati dell’Agenzia europea per l’ambiente (Aea) nel rapporto annuale sulla qualità dell’aria. Colpa delle emissioni industriali e dei veicoli ancora troppo inquinanti che circolano nel nostro Paese.

inquinamento atmosferico

Però siamo i migliori nel Continente per altri aspetti quotidiani. Il Made in Italy agricolo per esempio è sostenibile. Lo scrive a chiare lettere – e cifre – il Rapporto Coldiretti/Symbola sul Made in Italy e la sostenibilità presentato a Cernobbio in occasione del Forum internazionale dell’agricoltura con riferimento al Green New Deal della manovra economica del Governo con gli interventi salva clima.

L’agricoltura italiana è tra le più sostenibili con appena il 7,2% di tutte le emissioni a livello nazionale con un trend in calo del -1% dal 2012 rispetto alla crescita registrata invece in Francia (+0,85%) Germania (+2,11%), Regno Unito (+2,29%) e con il record negativo della Spagna (+10,55%). L’Italia – spiega il rapporto Coldiretti/Symbola – è leader mondiale nelle produzioni di qualità con 5.155 prodotti agroalimentari tradizionali e con il 20% in più di prodotti a denominazione di origine (Dop, Igp e Stg) rispetto alla Francia e il 147% in più di quelli registrati dalla Spagna.

Fra i cinque paesi europei più importanti dal punto di vista agricolo, l’Italia è quello con il minor numero di prodotti con residui chimici oltre i limiti di legge con appena lo 0,8% del totale contro l’1,3% della media Ue o il 5,5% dei prodotti extracomunitari. L’Italia si conferma anche ai vertici mondiali per aree coltivate a biologico con 1,95 milioni di ettari nel 2018 pari al 15,5% della superficie agricola.

Un vigneto in Veneto

Se poi si guarda al turismo, ad attrarre gli stranieri in Italia non c’è solo arte, cultura e bellezza del paesaggio – evidenzia il rapporto Coldiretti/Symbola – il Belpaese detiene il primato per spesa enogastronomica dei turisti stranieri che in Italia per ogni 100 euro ne investono 21,95 a tavola. Ai primati del made in Italy contribuiscono anche dagli agriturismi italiani nel 2018 hanno registrato 13,4 milioni di presenze (+63%) per un valore stimato di oltre 1,36 miliardi di euro.

Ma il Paese può vantare risultati importanti anche nel campo dell’economia circolare e delle energie rinnovabili visto che l’Italia con 822.301 impianti fotovoltaici nel 2018 per una potenza totale di 20.108 MW ha il primato europeo di consumi energetici da rinnovabili con il 18,3% del totale contro il 17,5% della Spagna o il 15,5% della Germania ed è anche il quarto produttore mondiale di biogas con oltre duemila impianti in attività di cui 3 su 4 alimentati da residui di origine agricola.

pannelli fotovoltaici su una abitazione

Il Made in Italy corre poi nel settore del legno arredo con un saldo commerciale positivo di oltre 8 miliardi nel 2018 rispetto ai 7,5 miliardi dei nostri diretti concorrenti polacchi e vanta – conclude il rapporto Coldiretti/Symbola – una densità di 200 robot ogni 10mila addetti quasi il doppio della media europea che si ferma a 114.

I 10 RECORD DEL MADE IN ITALY

 

1 – ITALIA PRIMA NELL’ECONOMIA CIRCOLARE

 

2 – ITALIA LEADER NELLE ENERGIE RINNOVABILI

 

3 – ROBOTICA: PRIMI PER CRESCITA DI ROBOT INSTALLATI

 

4 – LEGNO ARREDO: PRIMI IN EUROPA PER SALDO COMMERCIALE

 

5 – MODA: PRIMI IN EUROPA PER QUOTE DI MERCATO

 

6 – AGROALIMENTARE: I PRODOTTI ITALIANI CONQUISTANO IL MONDO

 

7 – ITALIA CAMPIONE DEL BIOLOGICO

 

8 – ITALIA PRIMA PER SPESA TURISTICA ENOGASTRONOMICA

 

9 – AGRICOLTURA ITALIANA LEADER IN EUROPA PER SOSTENIBILITA’

 

10 – AGROALIMENTARE ITALIANO LEADER IN QUALITA’ E SICUREZZA

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup