Back

L’agricoltura di domani ? Trasferita in Nord Europa

Il mondo alla rovescia per l’agricoltura di domani: i cambiamenti climatici stanno cambiando il mondo ed in Europa stanno producendo un effetto sull’agricoltura che in pochi ancora hanno compreso. C’è però uno studio pubblicato dall’ Agenzia Europea per l’Ambiente (Eea) che racconta come questo fenomeno stia avendo un forte impatto sugli ecosistemi agricoli del vecchio continente e che tra poco condizionerà i prezzi, le quantità e le qualità delle produzioni.

La sintesi di questa ricerca è che nella zona meridionale del Vecchio Continente la terra diverrà sempre meno fertile al contrario di quelle del nord Europa dove l’innalzamento delle temperature, renderà i terreni più coltivabili per prodotti tipo mais e cereali. Ma non solo. E già da circa vent’anni che in Svezia, Finlandia e Danimarca attecchiscono alcuni vitigni così che anche la produzione di vino di una certa qualità potrebbe spostarsi in quelle zone.

Coltivazioni

Una collina in Toscana

Risultato? Un disastro per Italia, Grecia, Portogallo, Spagna e il sud della Francia. Lo studio dell’Eea evidenzia che l’effetto delle ondate di calore e di stagioni di crescita delle piante più corte sarà una diminuzione delle terre agricole nelle regioni meridionali del continente e che a soffrirne saranno soprattutto le coltivazioni di per viti e ulivi.

Nel primo caso, produzione e qualità del vino potrebbero abbassarsi, a meno di adottare misure immediate e straordinarie per aiutare il settore.

Nel caso degli olivi la produzione di olive ci sarà una maggiore necessità di acqua per l’irrigazione, per combattere le differenze di temperatura e combattere la minaccia dei moscerini della frutta.

Traducendo in numeri questa analisi la terra coltivata subirà una forte riduzione in termini di valore economico circa l’80 per cento entro il 2100, il che potrebbe voler dire che gli agricoltori saranno costretti a lasciare il loro lavoro sempre che non si faccia qualcosa per supportarli.

Coltivazioni

Un campo coltivato in Svezia

I danni peggiori di tutto questo saranno a carico dell’Italia – si calcola circa i due terzi –  perché i ricavi per i nostri agricoltori oscillano molto in base ai cambiamenti delle stagioni: tra i58 e i 120 miliardi di euro in 80 anni.

L’importanza economica dell’agricoltura per l’Europa è racchiusa nei numeri del settore che sono contenuti in uno studio della Commissione Europea che evidenzia come l’Unione Europea sia il maggiore esportatore di prodotti dell’agricoltura: nel 2018 sono stati esportati prodotto per 138 miliardi di euro  la maggior parte negli Stati Uniti in Cina, Svizzera, Giappone e Russia. L’agricoltura è il quarto settore più importante dell’export europeo dopo i macchinari, altri manufatti e prodotti chimici.

 

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup