Back
antonio lubrano

L’acqua di rubinetto vittima di fake news

Vorrei spendere una parola, anzi due, per l’acqua di rubinetto. Ne consumiamo poca per colpa di un antico pregiudizio che grava sulla sua qualità: nessuno dice apertamente che non è buona da bere ma molti sostengono che è meglio la minerale. E questa convinzione, com’e’ facile immaginare, fa la gioia dei produttori di questa o quella marca. Basta  un piccolo esempio a conferma della leggenda. Sarà capitato anche a voi di sentire al bar un cliente che ordina un caffè e un bicchier d’acqua. “Minerale o rubinetto?” – chiede puntualmente il barista. ”Minerale” è l’immediata e perentoria risposta. Magari quel cliente è uno di voi che sta leggendo qui. Ebbene non siete il solo. Il Censis ha accertato che addirittura il 90% degl’italiani  preferisce l’acqua minerale.

Acqua, Rubinetto, L'Approvvigionamento Idrico, Coppa

E proprio a confermare l’orientamento di una simile maggioranza l’Italia è il paese in Europa che ne beve più di ogni altro. Le statistiche  riescono a dirci persino quanti litri a testa in un anno: 224! Non bastasse,una riprova, come dire, visiva ci viene da un qualsiasi supermercato. Per curiosità, o per sfizio come si dice a Napoli, trattenetevi per pochi minuti in qualsiasi momento del giorno davanti a uno di questi negozi : vedrete uscire tanti clienti con la confezione da sei bottiglie di una delle marche più conosciute.

Un comparto industriale, questo,che infatti  va a gonfie vele! Intanto sarà bene ricordare che  siamo i primi imbottigliatori al mondo di acqua minerale.Poi, ad alimentarne il consumo c’è  la pubblicità: gli spot delle aziende produttrici sono spesso divertenti e contribuiscono ovviamente alla fortuna del prodotto. Ma il successo è dovuto anche- lo ripeto – alla storica diffidenza del nostro Paese verso l’acqua di rubinetto. Inspiegabile oggi, solo se si ricorda  che l’Italia figura al quinto posto in Europa per la qualità del prezioso liquido. Non bastasse, i nostri organismi ufficiali di controllo  confermano l’ottima qualità dell’acqua di rete nella gran parte delle città. Penso – giusto per fare qualche esempio – all’acqua del Serino a Napoli(che è poi il segreto vero del buon caffè) oppure all’acqua che sgorga dai rubinetti a Milano, tra i più controllati d’Italia.

Passero, Maschio, Bird, Drink, Rubinetto, Fontana

Da Bruxelles in questi ultimi anni è venuto un incoraggiamento: con quella  campagna cioè che promuove in tutto il continente la potabile. Certo, sarebbe bello che anche i maggiori comuni d’Italia promuovessero con uno spot la bontà dell’acqua del rubinetto.Già, ma dove li prendono i soldi i nostri municipi per una iniziativa del genere? Forse a dare una mano dovrebbero intervenire i giornali: chi meglio di loro può combattere il pregiudizio?  Ancor più forti(manco a dirlo) sarebbero i notiziari televisivi se promuovessero indagini capaci di dimostrare la falsità di una – come chiamarla? – diceria. C’è da sperarlo? Chissà.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup