Back

La vita appesa ad un filo…elettrico

La tecnologia è ormai parte integrante della nostra vita quotidiana. Siamo letteralmente appesi a un filo “elettrico”. Dalla mattina alla sera non facciamo altro che caricare il cellulare, il computer, le cuffie e adesso addirittura gli orologi. Insomma, senza un caricatore ci sentiremmo persi, abbandonati da quella tecnologia che ci fa sentire, solo apparentemente, al sicuro.

Genitori aprite gli occhi. Non dico che bisogna allontanare gli adolescenti dalla tecnologia, d’altronde sono definiti nativi digitali, in quanto nel 2019 è inevitabile e anche giusto che crescano con questa ma, la troppa tecnologia no…fa male. Provate anche solo a sequestrare il cellulare a vostro figlio. La reazione? Nella maggior parte dei casi è quella di pianto, attacco isterico fino, a volte, addirittura gli insulti. È a questo punto che la tecnologia allora non è più positiva, ma reca danno.

Giusto per darvi un’idea di quanto probabilmente i ragazzi passano più tempo davanti al pc o con il cellulare in mano piuttosto che giocare a pallone con un amico o semplicemente fare due chiacchiere in famiglia.

I dati Istat, per quanto riguarda l’Italia, sono da brivido:

– il 99% dei ragazzi di 15 anni ha almeno un pc a casa

– ogni ragazzo a casa trascorre in media 93 minuti al giorno su internet durante la settimana

– c’è un pc ogni 4 studenti nelle scuole e il 66,8% di quest’ultimi lo utilizza, con una media di 19 minuti al giorno.

– gli internet-dipendenti sono il 5,7%….300 mila fra i 12 e i 25 anni

Sì, avete letto bene, gli internet-dipendenti. Coloro che proprio non ne possono fare a meno. La tecnologia per questi ragazzi è diventata come una droga, dalla quale non ci si riesce ad allontanare e, che se viene tolta, sconvolge letteralmente la vita dell’adolescente. L’utilizzo della tecnologia può quindi diventare problematico. Questi ragazzi presentano lacune in diverse materie, perdono molto rapidamente la concentrazione nel seguire un discorso perché abituati solo all’inseguimento di immagini. I ragazzi, a causa di questa dipendenza, sono sempre più vittime di ansia, depressione, distorsioni dell’immagine corporea…per non parlare poi di cyber-bullismo (la cui conseguenza spesso è la morte degli stessi ragazzi) e disturbi del sonno. L’abuso di queste nuove tecnologie prima di andare a dormire ha un impatto davvero negativo sui circuiti cerebrali con l’effetto di alterazione del ritmo sonno-veglia. Rischiano di isolarsi, di perdere la propria adolescenza, periodo fondamentale sia per la formazione caratteriale, emotiva e relazionale della persona, che per lo sviluppo del cervello. Ebbene sì, l’adolescenza, così come l’infanzia, rappresenta un momento cruciale di transizione neurobiologica che prevede la formazione e la crescita del cervello. La tecnologia purtroppo su questo ha un impatto molto negativo, se utilizzata in modo eccessivo.

Inoltre sono proprio i ragazzi ad affermare che l’impatto è negativo. Non riescono ad allontanarsene ma riconoscono le conseguenze. Il 10% dei ragazzi e il 14% delle ragazze di età compresa tra 11 e 14 anni, che investono 29 ore a settimana su internet, hanno dichiarato di sentirsi a disagio. Ma come ho detto prima è una dipendenza. Pensate che il 54% dei ragazzi si sente addirittura male di fronte all’impossibilità di collegarsi a internet.

Dobbiamo fare qualcosa, per i ragazzi, per i futuri adolescenti, per i figli che verranno.

Bisogna istruirli sul giusto e moderato utilizzo della tecnologia, che allora può portare solo che benefici. Quindi mostrargli come utilizzare e sfruttare al meglio i nuovo strumenti che la rete offre loro, riducendo al minimo i rischi. È necessario insegnarli l’uso pertinente di internet, il navigare sicuro fino al raggiungimento dell’informazione che cercano.

Maria Noce Forti

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup