Back

La rivoluzione dei giocattoli sostenibili per la Generazione Alpha

Da tempo è finita l’era dei soldatini di piombo, quella dei giocattoli tutta plastica dal giocattolo vero e proprio all’imballaggio. E da un po’ è iniziata l’epoca dei giocattoli sostenibili. All’ultima Fiera del Giocattolo di New York nel febbraio di quest’anno, le più grandi aziende produttrici come Mattel, Hasbro e Lego hanno annunciato grandi cambiamenti, così come quelle più piccole e nuove cercano di non ricadere  nelle cattive abitudini producendo giocattoli rispettosi dell’ambiente .

Le aziende stanno cercando di essere più rispettose dell’ambiente con i loro prodotti, sia che si tratti di usare i loro imballaggi che hanno meno plastica, sia che si tratti di assicurarsi che il loro imballaggio faccia parte del giocattolo“, ha detto Maddie Michalik, Senior Editor per Toy Insider, un’influente rivista del settore. “Voglio dire, sta davvero prendendo il controllo dell’industria e quest’anno vedremo molto di più“.

License to use Creative Commons Zero – CC0

Il fatto è che di questi cambiamenti per ora non se ne sono visti secondo la professoressa Tensie Whelan, ex capo della Rainforest Alliance e attualmente direttore del NYU Stern Center for Sustainable Business.

Abbiamo 60 milioni di bambini sotto i 14 anni negli Stati Uniti. Abbiamo il 90% dei giocattoli di plastica. Abbiamo problemi chimici, problemi di smaltimento dei rifiuti, problemi di catena di fornitura sociale. Quindi, un sacco di cose che devono essere affrontate“, ha detto il professor Whelan all’Associated Press.

In Italia i ragazzi che rientrano in questa fascia di età, al 2019, sono poco più di 5 milioni. Il target di questa tendenza alla sostenibilità dei giocattoli è la Generazione Alpha cioè quella dei bambini nati dal 2010 in poi, lo stesso anno nel quale furono lanciati Instagram e l’iPad, dunque una generazione di persone molto più consapevole delle questioni ambientali rispetto alla precedente. Nel rapporto del 2019 della Wunderman Thompson Commerce si evidenzia che il 63 per cento di questa generazione vorrebbe lavorare per aiutare a salvare il pianeta quando crescerà.

License to use Creative Commons Zero – CC0

Per il suo 75° Anniversario, la Mattel, l’azienda di Barbie, Fisher-Price e altre popolari linee di giocattoli, si è seriamente impegnata a favore della sostenibilità. Il Senior Public Relations Manager Scott Shaffstall ha parlato di diverse linee di prodotti che l’azienda ha introdotto, tra cui i Mega Blocchi derivati da resine a base biologica e una versione del tradizionale Fisher-Price Rock-A-Stack in plastica di canna da zucchero a base biologica.

Shaffstall sostiene anche che la Mattel sta rendendo i suoi imballaggi più ecologici utilizzando il 93% di materiali riciclati. “Anche se”, argomenta la professoressa Whelan: “Bisogna considerare i rifiuti, le emissioni di carbonio, le emissioni di acqua, il prodotto stesso, quello che fanno i loro partner della catena di fornitura. E niente di tutto ciò è molto trasparente“.

Lego, prevede di rendere sostenibile il 100% del suo packaging entro il 2025 e utilizza la plastica vegetale per alcuni prodotti, in particolare nel set della casa sull’albero Lego. L’alternativa di plastica fatta di canna da zucchero, tuttavia, non può garantire a questo punto che duri per molte generazioni di gioco.

Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di creare un prodotto a impatto zero“, dice Tim Brooks Vice Presidente, Corporate Responsibility di LEGO Group ad Agence France Press. “La domanda numero uno che ci viene posta dalle persone è: “Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di creare un prodotto a impatto zero”: “come riciclo i miei mattoncini Lego? E noi diciamo “basta, non vogliamo che ricicli, vogliamo che li riutilizzi“.

Cinque anni fa, l’azienda danese di giocattoli ha investito in un nuovo centro di materiali sostenibili, che si occupa di materiali per l’imballaggio e la produzione di mattoni. Sta aiutando a raggiungere l’obiettivo dell’azienda di realizzare tutti i prodotti LEGO principali a partire da materiali sostenibili entro il 2030.

License to use Creative Commons Zero – CC0

Hasbro ha annunciato proprio l’anno scorso che eliminerà gradualmente gli imballaggi in plastica sui suoi prodotti entro il 2022. I suoi attuali obiettivi di sostenibilità includono la riduzione del 25% del consumo di energia, il dimezzamento dei rifiuti da smaltire in discarica e la riduzione delle emissioni di gas serra di un quinto, nonché la riduzione del consumo di acqua del 15% entro il 2025.

Le aziende più piccole e più giovani come BiOBUDDi sostengono di evitare fin dall’inizio le plastiche tradizionali. Spinto dalle preoccupazioni della figlia per l’ambiente, Steven van Bommel ha fondato l’azienda per produrre giocattoli, inventando un nuovo tipo di materiali biobased per evitare i danni dei metodi di produzione basati sui combustibili fossili. Altri stanno affrontando il problema dei rifiuti riutilizzando i materiali, come Green Toys, che afferma che i suoi prodotti sono riciclati al 100%. Le scelte per i genitori attenti all’ambiente possono includere anche giocattoli di legno e di seconda mano, come la top model Arizona Muse.

Non si tratta solo del materiale o dell’imballaggio, ma anche di aiutare i bambini a sfruttare al meglio ciò che hanno già: “Insegnare ai bambini che dovrebbero giocare con giocattoli che non sono usa e getta dopo un paio di usi è davvero fondamentale“, dice la professoressa Whelan.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup