Back

La politica di Trump ostacola lo sviluppo sostenibile

La politica di Trump sta ostacolando lo sviluppo sostenibile attraverso un ampio pacchetto di sanzioni che mettono a repentaglio salute e benessere, eguaglianza di genere e tutela ambientale. Ecco come.

Salute e benessere

Le sanzioni hanno reso difficile o impossibile l’ottenimento di determinati farmaci. Un problema antecedente la pandemia da COVID-19. Nel caso dell’Iran, l’approvvigionamento di cure specialistiche per malattie come la leucemia, epidermolisi bollosa, epilessia e lesioni oculari croniche è stato gravemente falcidiato. Inoltre, il trasferimento dei fondi dei donatori a realtà attive nell’assistenza umanitaria come il Norwegian Refugee Council, che sostiene migliaia di rifugiati afgani, è diventato un’impresa quasi impossibile. per la precisione gli aiuti umanitari non sono sanzionati direttamente, ma le banche sono preoccupate di poter inavvertitamente infrangere le regole statunitensi e finire nella lista nera. Per questo motivo si tengono alla larga dalle transazioni con l’Iran. Sono state anche segnalate sanzioni che colpiscono l’approvvigionamento di medicinali in Siria. L’organizzazione internazionale Crisis Group prevede che “le ONG internazionali potrebbero essere scoraggiate dal sostenere progetti di riabilitazione”.

Dopo aver considerato gli impatti delle sanzioni economiche imposte al Venezuela dal governo degli Stati Uniti, un rapporto del 2019 pubblicato nel Center for Economic and Policy Research ha concluso in modo allarmante che le sanzioni hanno inflitto gravi danni alla vita e alla salute umana, indicando una riduzione dell’apporto calorico pubblico come uno delle conseguenze.

Uguaglianza di genere

Anche l’uguaglianza di genere è sottoposta alla mannaia delle sanzioni statunitensi. La politica di Trump infatti non tiene conto delle donne e dei gruppi vulnerabili, compresi i bambini e i disabili. Ciò è ironico considerando il modo in cui i diritti dei gruppi vulnerabili e delle donne vengono utilizzati frequentemente per giustificare queste stesse misure. Nel 2012, uno studio che analizza 146 paesi dal 1971 al 2005 ha concluso che le sanzioni hanno un effetto negativo sui diritti delle donne, sul loro status nella società e sulla loro partecipazione alla forza lavoro. Hanno danneggiato l’accesso al benessere sociale poiché i governi diventano meno capaci di promuovere e finanziare programmi sociali. Inoltre, si registra un decremento dell’uguaglianza di genere sul posto di lavoro. Quando l’economia è in difficoltà, retribuzione inferiore e discriminazione colpiscono puntualmente i soggetti più deboli.

Cresce anche la predisposizione alla violenza. Le crisi economiche sono un terreno fertile per sentimenti di frustrazione, rabbia e impotenza. Nel dicembre 2019, Maria Hernandez Royett, attivista e ricercatrice sull’impatto delle sanzioni statunitensi sulle famiglie venezuelane, ha discusso in un’intervista di come l’aumento di femminicidi e stupri sia collegato al deterioramento delle condizioni economiche e alle pressioni provocate dalle misure.

Città sostenibili e consumo e produzione responsabili.

Le sanzioni USA influiscono indirettamente sulla salute attraverso un impatto negativo sull’inquinamento atmosferico e sull’ambiente. Ciò, ovviamente, ha e continua a ostacolare gli obiettivi fissati dal progetto Città sostenibili e consumo e produzione responsabili entro il 2030. Uno studio empirico del 2019 sui livelli di inquinamento dell’Iran, ad esempio, ha concluso che l’abolizione delle sanzioni sarebbe stato cruciale per la riduzione di emissioni di CO2 e per la diffusione dello sviluppo sostenibile in Iran.

Anche le conseguenze delle sanzioni sulle importazioni di petrolio in Iran hanno avuto un drammatico impatto sull’inquinamento atmosferico iraniano. Per compensare i disagi sull’approvvigionamento, l’Iran ha risposto all’urgente bisogno di benzina sviluppando la propria tecnologia di raffinazione e generando quella che oggi è una delle principali cause di inquinamento atmosferico mortale, che è collegata al numero in rapida crescita di casi di cancro e malattie respiratorie.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup