Back

La bomba ecologica dei trasporti marittimi

La bomba ecologica. L’industria marittima continua a essere una bomba per l’ambiente. Con una situazione ormai al limite. Il settore, infatti, non ha provveduto ad attuare misure adeguate al cambiamento climatico: in materia di sviluppo sostenibile c’è quindi tanto da fare. Anche perché entro il 2030 l’obiettivo è di un taglio dell’80% delle emissioni. Le attuali emissioni sono “inaccettabili”, ha detto senza mezze misure Isabelle Durant, vicesegretario della Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (Unctad). La richiesta sul tavolo è perentoria: serve una “rivoluzione” del comparto. Ed è una sfida fondamentale. Secondo l’International maritime organization (Imo), il trasporto marittimo sarà essenziale per il raggiungimento degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile fissati dalle Nazioni Unite, fornendo un modo affidabile, efficiente dal punto di vista energetico e a basso costo, per realizzare oltre l’80% degli scambi mondiali.

Trasporti inquinanti

Il punto di partenza non è propriamente incoraggiante. La Banca mondiale ha stimato che una sola grande nave da trasporto produce tante emissioni inquinanti pari a 50 milioni di automobili. E con circa 800 milioni di tonnellate all’anno, l’industria marittima – nel suo insieme – è responsabile di circa il 2,2% delle emissioni globali. Una quota significativa. Per questo l’impegno è quello di rinnovare totalmente il settore, cominciando dalla diminuzione dell’impiego del cosiddetto combustibile “bunker”. “Nel 2018, gli Stati membri dell’Imo hanno adottato una strategia per iniziare a ridurre le emissioni di gas a effetto serra dei trasporti marittimi e eliminarle completamente, il più presto possibile. Esiste un legame specifico con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, compreso un taglio del 50% delle emissioni del settore entro il 2050, rispetto al 2008”, ha spiegato il portavoce dell’Imo, Lee Adamson, in un’intervista a Un News. Le possibilità vagliate sono numerose: traghetti alimentati a batteria (o ibridi), navi che usano biocarburanti, o celle a idrogeno e con propulsione assistita dal vento.

Batterie e fibra di carbonio: gli esempi virtuosi

Alcune compagnie stanno avviando, concretamente, il passaggio a un trasporto marittimo sostenibile. La compagnia di traghetti norvegese Color Line sta costruendo la più grande nave ibrida del mondo, in grado di trasportare 2.000 passeggeri e 500 auto tra le città di Strømstad, in Svezia, e Sandefjord, in Norvegia. La batteria sulla barca offre fino a 60 minuti di manovra e navigazione a una velocità fino a 12 nodi: significa che l’ultima tappa del viaggio di due ore e mezza, attraverso il fiordo che porta al porto di Sandefjord, è a emissioni zero. L’altra azienda norvegese, la Brødrene Aa, sta realizzando traghetti in fibra di carbonio altamente efficienti: secondo i responsabili dell’azienda possono ridurre il consumo di carburante fino al 40% rispetto alle navi tradizionali.

Isabelle Durant, vice segretaria generale dell’Unactad

Tuttavia, si tratta di casi quasi pionieristici. “Lo status quo – ha rimarcato l’Imo – non è accettabile a causa dell’impatto delle emissioni delle navi, non solo per affrontare il cambiamento climatico, ma anche sulla salute umana e sull’ambiente. Questo ha dei costi che sono anche a carico della società”. Per questo Adamson ha rilanciato il principio di “chi inquina paga”: uno stimolo anche per cambiare radicalmente il panorama dell’industria marittima.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup