Back

Greta Thunberg, Donald Trump al vertice Onu

Il suo “how dare you” entrerà nella storia. Il “come osate parlare di soldi”, mentre il pianeta brucia, ha lasciato un segno indelebile in questa Assemblea dell’Onu. Greta Thunberg era molto attesa al summit sul clima delle Nazioni Unite: la giovane attivista non ha deluso le aspettative. Anzi, è andata oltre, con un pathos che ha scosso le coscienze di molti, come emerge nelle reazioni sui social, con la promessa che il suo impegno andrà avanti. “Il cambiamento è iniziato, che vi piaccia o meno”, ha scandito alla fine dell’intervento davanti alla platea, plaudente, nonostante sferzate arrivate dal palco. Senza alcuno sconto, nonostante la voce rotta dall’emozione. Il discorso di Greta ha così rubato la scena, rimettendo al centro dell’agenda l’emergenza climatica: uno degli Sdgs fondamentali, in visto che coinvolge altri obiettivi fissati dall’Onu da raggiungere entro il 2030.

La giornata ha però visto un altro autorevole, quanto critico, intervento sulle misure contro il surriscaldamento globale. Papa Francesco, qualche ora prima, ha usato parole nette: “A quattro anni da quell’accordo storico, si osserva come gli impegni assunti dagli Stati sono ancora molto fluidi e lontani dal raggiungere gli obiettivi fissati”. Il Pontefice ha anche fatto un cenno diretto all’attivismo dei Fridays For Future: “Accanto a tante iniziative, non solo da parte dei governi ma dell’intera società civile, è necessario chiedersi se vi sia una reale volontà politica di destinare maggiori risorse umane, finanziarie e tecnologiche per mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico e aiutare le popolazioni più povere e vulnerabili, che sono quelle che ne soffrono maggiormente”.

L’indifferenza di Trump

Donald Trump (Foto Michael Vadon)

Al vertice Onu si è materializzato anche il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, posto sulla barricata opposta rispetto alla riduzione delle emissioni inquinanti. Una delle altre immagini più potenti è infatti quella del passaggio del numero uno della Casa Bianca proprio a pochi metri da Greta Thunberg, che con il suo fare serafico ha reagito con una piccola smorfia. E null’altro. Trump ha giocato di sorpresa, presentandosi all’incontro sul clima, durante gli interventi della cancelliera tedesca, Angela Merkel, e del primo ministro indiano, Narendra Modi. Una comparata breve, giusto per garantire un coup de théâtre e attirare l’attenzione, visto che la sua presenza non era stata prevista. Il presidente degli Usa non era comunque in platea al momento dell’intervento di Greta: stava ascoltando un altro dibattito.

L’incrocio di Trump e Greta Thunberg al vertice Onu

L’impegno dei 77 Paesi sulle emissioni inquinanti

Un forte accordo sull’emergenza climatica non pare quindi all’orizzonte. Le grandi potenze economiche – in primis Cina e Stati Uniti – si sono mostrate indifferenti verso la riduzione delle emissioni inquinanti, respingendo l’intesa sottoscritta da 77 Paesi, con l’Europa capofila. “Settantasette Paesi, molti nel mondo industrializzato, si sono impegnati a ridurre le emissioni nette di carbonio entro il 2050. Settanta Paesi hanno annunciato che aumenteranno i loro contributi nazionali determinati entro il 2020”, ha annunciato il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres.

Il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres (Credits foto: https://www.flickr.com/photos/us-mission/7704332996/)

“Oltre 100 leader del settore privato – ha aggiunto il numero uno delle Nazioni Unite – si sono impegnati ad accelerare il loro passaggio alla green economy. Il mondo ha visto chiare ambizioni e iniziative concrete. Il mondo si sta svegliando. La pressione sta aumentando, e azione per azione, la corrente sta cambiando”. Parole di fiducia, che però vanno lette sotto la lente dei numeri: gli impegni assunti riguardano Paesi che incidono meno del 20% sulle emissioni inquinanti. Ma un punto è chiaro: la spinta degli attivisti è vigorosa e determinata. Come le parole di Greta.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup