Back
Inquinamento atmosferico

Sette milioni di morti per l’inquinamento ogni anno. L’allarme Onu

The International Day of Clean Air for blue skies, la Giornata internazionale dell’aria pulita e dei cieli blu, per rilanciare l’impegno contro l’inquinamento. Nel solco dello sviluppo sostenibile, e quindi della tutela della salute, oltre che dall’ambiente. Battaglie che, peraltro, sono strettamente legate tra di loro. Tanto per far capire la dimensione del fenomeno: ogni anno circa 7 milioni di persone muoiono per fattori riconducibili all’inquinamento atmosferico. La sfida è titanica e tira in ballo i governi di tutti i Paesi. Ma anche i singoli cittadini possono svolgere la loro parte, andando in bicicletta al lavoro, non bruciando rifiuti e facendo pressione sulle autorità locali per migliorare gli spazi verdi nelle città. Tutti passi che consentono di respirare un’aria più pulita e ammirare cieli più blu.

L’impatto dell’inquinamento sulle nostre vite

L’iniziativa delle Nazioni Unite è un punto fermo verso quella che sembra una deriva inarrestabile: l’aumento delle temperature globali, con tutto quello che ne consegue. Il contrasto all’inquinamento è fondamentale per raggiungere questo obiettivo. Per questo il valore simbolico di questa giornata, celebrata oggi 7 settembre, è elevato. “L’inquinamento atmosferico contribuisce a malattie cardiache, ictus, cancro ai polmoni e altre malattie respiratorie, ma minaccia anche l’economia, la sicurezza alimentare e l’ambiente ”, ha affermato il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. “Mentre ci riprendiamo dalla pandemia di coronavirus, il mondo deve prestare molta più attenzione all’inquinamento atmosferico, che aumenta anche i rischi associati al Covid-19”, ha aggiunto il numero uno delle Nazioni Unite.

La situazione attuale è complicata: nel mondo il 90% delle persone non respira aria pulita. I cieli non sono limpidi, tutt’altro. La direzione da prendere è precisa: occorre un cambiamento radicale. Secondo l’Onu è doveroso individuare “standard ambientali rafforzati, politiche e leggi che impediscano le emissioni di inquinanti atmosferici”. La stella polare resta l’Agenda 2030, con i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile da realizzare con determinazione. Per quanto riguarda l’emergenza climatica, le Istituzioni internazionali hanno sottolineato che occorre evitare che le temperature globali aumentino di oltre 1,5°C. Se dovesse essere superata quella soglia, il tracollo potrebbe essere inimmaginabile.

Il senso della Giornata voluta dall’Onu

Inquinamento smog industria clima

Foto di Free-Photos da Pixabay

La Giornata internazionale dell’aria pulita per i cieli blu è stata istituita il 7 settembre 2019, dopo una votazione dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. In quell’occasione è stata riconosciuta l’importanza dell’aria pulita e l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana e sugli ecosistemi. E come sempre a pagare il prezzo più alto sono in particolare donne, bambini e anziani. La risoluzione, approvata dalle Nazioni Unite, ha quindi sottolineato “la necessità di rafforzare la cooperazione internazionale a livello globale, regionale e subregionale sul miglioramento della qualità dell’aria”.

La Giornata Internazionale dell’aria pulita per i cieli blu, insomma, vuole sensibilizzare l’opinione pubblica su un elemento essenziale: l’aria pulita è importante per la salute, la produttività, l’economia e l’ambiente. Tutti ambiti legati tra di loro. È possibile così dimostrare “lo stretto legame della qualità dell’aria con altre sfide ambientali e di sviluppo come il cambiamento climatico”, ribadisce l’Onu. Per questo si punta “a promuovere soluzioni che migliorino la qualità dell’aria condividendo conoscenze fruibili, migliori pratiche, innovazioni e storie di successo”, riunendo “vari attori per approcci nazionali, regionali e internazionali per una gestione efficace della qualità dell’aria”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup