Back

Imprevedibili Radiohead: il ricatto degli hacker diventa un sostegno a Extinction Rebellion

La musica contro i cambiamenti climatici con il sostegno alla radicale, ma non violenta, battaglia condotta dagli attivisti di Extinction Rebellion, il movimento che sta mettendo radici in tutto il mondo. Ma anche una strategia per beffare un ricatto degli hacker. I Radiohead, la nota band britannica che ha realizzato capolavori assoluti nella musica pop/rock contemporanea, si confermano capaci di sorprendere, sempre. Non solo per l’inventiva sonora, ma anche di fronte a situazioni sgradevoli.

Il furto del materiale inedito dei Radiohead

Cosa è successo di preciso? In pratica una ricattatoria operazione di hackeraggio si è trasformata in un’azione a favore delle politiche per l’ambiente. E nell’ennesimo gesto di appoggio a progetti sociali da parte del gruppo musicale. Alcuni pirati informatici hanno sottratto, nei giorni scorsi, tutto il materiale inedito conservato su un minidisco da Thom Yorke, il cantante della band, dal 1997 (anno di uscita di Ok Computer, forse il più grande album dei Radiohead) fino a oggi. Un totale di 18 ore di musica finita nelle mani degli hacker, che hanno agito come se fosse un sequestro: hanno chiesto 150mila sterline per evitare la pubblicazione del prezioso archivio sconosciuto al pubblico. Hanno ritenuto che gli artisti fossero pronti a qualsiasi cosa per evitare la diffusione di quelle registrazioni.

Ricatto? No, sostegno agli attivisti per il clima

Ma a questo punto è arrivata la risposta, spiazzante, del gruppo: la pubblicazione di tutto il materiale, in streaming, sulla piattaforma Bandcamp, al prezzo di 18 dollari. Il totale ricavato dalla vendita dell’archivio sarà destinato per intero agli attivisti Extinction Rebellion, saliti alla ribalta per iniziative clamorose: tanto citare una, nei giorni scorsi hanno bloccato il centro di Londra per manifestare a favore delle politiche per il clima.

E il movimento ha ringraziato la mossa di Yorke e compagni. “L’emergenza climatica richiede coraggio, verità e generosità come mai prima d’ora. Siamo grati ai Radiohead per averci mostrato il lo sostegno, sia adesso che in anticipo sulla ribellione di aprile. Le parole sono inadeguate ma le azioni cambiano il mondo. Con il loro sostegno possiamo continuare a costruire il nostro movimento già ampio e potente di disobbedienza civile non violenta”, hanno scritto i militanti di Extinction Rebellion sul proprio sito.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup