Back

Il Salento: una antica Masseria per riscoprire la sostenibiltà

Il Salento: una antica Masseria. Nasce, la storia di questo articolo, a San Vito dei Normanni in provincia di Brindisi.Nasce dalla curiosità di conoscere meglio e più a fondo il nostro Paese. Nasce dalla necessità di fare le nostre vacanze in Italia per colpa di quella pandemia che ci ha sconvolto la vita. Ma nasce, sopratutto, per far conoscere storia, storie, luoghi e persone che non si arrendono.

Luogo antico di insediamenti umani, il Salento,  se è vero che le prime tracce risalgono all’8° secolo prima di Cristo. Luogo di migrazioni  – gli Schiavoni vennero dalla Croazia per scappare dalle incursioni dei Saraceni – e poi luogo di dominio degli “Uomini del Nord” europeo, al punto che fu per merito di Boemondo d’Altavilla che volle la costruzione di alcuni edifici importanti, che dopo l’unità di Italia il paese (oggi circa 20 mila abitanti) si chiama come lo conosciamo, dopo essere stato S. Vito degli Schiavoni e poi S. Vito dei Normanni.

La Torre quadrata a San Vito dei Normanni voluta da Boemondo d’Altavilla

Un viaggio nella storia e nella ripartenza

E’ una visita insomma che mantiene quello che la sua storia promette ma che offre anche altro: da qui nasce il Ballo di San Vito che è una variante della taranta. E poi c’è la tradizione agro – alimentare della Puglia che è famosa anche grazie alla nascita di tante saghe, feste, incontri e degli agroturismi che dovunque hanno questa caratteristica di scoperta e diffusione del meglio di un territorio. Uno di questi rappresenta – per tutti – la difficile situazione legata alla ripartenza dell’Italia dopo il lockdown,

Si chiama Masseria Tenuta Deserto e l’ingegner Riccardo Delfino con la moglie Sveva l’hanno realizzata quasi 40 anni fa  su una proprietà di 80 ettari. Dove ci sono ulivi, campi coltivati destinati al grano (ma che vengono ciclicamente seminati per altre coltivazioni) e orti, tutto rigorosamente bio e sostenibile da più di un decennio. La torretta tardo medievale, la Casa Principale,  un caratteristico Trullo, la Cappella, antichi fabbricati rurali, le corti per il ricovero degli animali: la classica Masseria pugliese nella quale molti edifici sono stati ristrutturati in vere e proprie case destinate al turismo. Un luogo dove si mangiano i cibi della terra a km zero. Ad un passo ci sono le spiagge di Ostuni, di Torre Guaceto, area protetta dal WWF, e di Pennagrossa.

Masseria Tenuta Deserto dal sito internet

Fotografia di una situazione

Se quest’anno riuscissimo a fare il 20/ 25 per cento del nostro abituale fatturato saremmo contenti” dice il titolare della Masseria, Riccardo Delfino. “Noi abbiamo ospiti da marzo a fine ottobre con alcune famiglie francesi che ripartono anche nei primi giorni di novembre grazie al ciclo di ferie che hanno in Francia. Il novanta per cento del nostro turismo è straniero, lavoriamo con l’agriturismo circa 25 settimane all’anno, ma quest’anno siamo a zero per aprile maggio e giugno cioè il grosso del nostro periodo. Ma ovviamente l’azienda ha le spese fisse legate alla sua attività agricola che non può fermarsi: gli ulivi ( 400 di olive,ndr) ed i campi dove quest’anno abbiamo coltivato il favino hanno necessità di cure. Le strutture devono essere manutenute, le case tenute in ordine, il personale va retribuito. Abbiamo bisogno – noi come altre aziende di liquidità. Ad inizio aprile ho chiesto i famosi 25 mila euro di sostegno per le aziende. Me li daranno ma quando? Noi siamo fiduciosi ma se non si riaprono le frontiere ed anche i viaggi tra le Regioni italiane non si normalizzano sarà un anno di lavoro perso”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup