Back

Il riso: un’alimentazione sostenibile

Il riso è uno degli alimenti alla base dell’alimentazione mondiale. Fare in modo che le popolazioni più povere abbiano sempre a disposizione una sufficiente quantità di questo cibo è una delle priorità di tutte le organizzazioni che si occupano della fame nel mondo. I cambiamenti climatici hanno messo a dura prova le coltivazioni di riso, specie in quelle zone dalle quali ci siamo approvvigionati da sempre per la quantità e la qualità: l’oriente, la Cina e l’India.

Anche gli agricoltori colombiani lottano contro i cambiamenti climatici, ma pare che grazie alla collaborazione con alcuni ricercatori giapponesi di una società privata, stiano riuscendo ad aumentare la produzione di riso utilizzando meno acqua.

A Saldaña c’è un centro di ricerca dove si stanno sviluppando e testando nuovi tipi di riso che sono più resistenti alla siccità e alle malattie.

La tecnlogia al servizio della coltivazione

Con la società giapponese PS Solutions, supportata dalla Japan International Cooperation Agency o JICA, gli agricoltori colombiani stanno lavorando con un sistema chiamato e-kakashi che utilizza la tecnologia mobile, un’app e l’Internet of Things per monitorare le condizioni sul campo, tra cui temperatura e umidità. Gli agricoltori possono utilizzare tali informazioni per regolare i loro input in modo più efficiente.

Nicolás Laserna, agricoltore e ricercatore sulla questioneha detto: “Il supporto giapponese è stato molto importante, molto interessante per noi, perché ci ha insegnato molte cose su come gestire il riso in un modo diverso da quello che facevamo noi. Ci ha mostrato come possiamo usare meno acqua e stanno anche introducendo molti nuovi strumenti per noi “.

C’è una fattoria nei pressi di Ibagué, dove viene coltivato riso appena sviluppato dal laboratorio, risparmiando acqua e fertilizzanti. Gli agricoltori dicono che il nuovo riso e l’agro-tecnologia sviluppati con i giapponesi stanno rendendo più facile per loro far fronte alle condizioni climatiche estreme.

Ruth Blanca Perdomo, un’ agricoltrice ha spiega: “Usiamo meno acqua, sì, consumiamo meno acqua, il clima è cambiato molto, con la temperatura, il sole è molto caldo, quindi abbiamo sviluppato questo tipo di riso per resistere a questo ambiente”.

La regione deve far fronte a siccità in estate e forti piogge che impediscono l’impianto ora, giustificando ulteriormente un approccio tecnico per rendere la coltivazione più efficiente.

Anche la Cambogia deve affrontare un considerevole problema:la siccità.La Cambogia esporta circa il tre per cento dell’offerta mondiale, secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO). Pheaktra ha affermato che il suo ufficio, in collaborazione con il Ministero delle risorse idriche e la meteorologia, ha distribuito fertilizzanti e acqua alle comunità colpite dalla siccità. La Mekong River Commission (MRC), che gestisce il fiume e il suo sviluppo sostenibile insieme ai suoi stati membri (Cambogia, Laos, Tailandia e Vietnam), ha dichiarato di essere pronta ad aiutare la Cambogia. Le temperature in Cambogia raggiungeranno i 40-42 gradi tra aprile e maggio di quest’anno. Nonostante le crescenti preoccupazioni, i climatologi non si aspettano che la siccità di quest’anno sia così grave come quella che ha colpito il paese nel 2016.

Eduardo Lubrano

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup