Back
baccalà mantecato

Il regalo di Impakter: il baccalà mantecato

La Vigilia di Natale è considerata un giorno di magro: molti evitano la carne a favore del pesce. Al contrario di ciò che si può pensare, non si tratta di una tradizione culinaria legata al Vangelo e ai testi sacri. La rinuncia alla carne nella cena del 24 dicembre è soprattutto un’usanza popolare.

Nel febbraio 1966 Paolo VI, infatti, firmò la “Costituzione Apostolica Paenitemini con cui furono superate le indicazioni che prescrivevano l’astinenza dalla carne e il digiuno nei giorni della vigilia delle solennità cristiane di Pentecoste, dell’Assunta, di tutti i Santi e del Natale (Codex Iuris Canonici 1917) e stabilì che il digiuno fosse necessario solo il mercoledì delle Ceneri e il Venerdì Santo e l’astinenza dalla carne tutti i venerdì dell’anno, ma non più nelle vigilie.

La tradizione del menù della Vigilia di Natale prevede anche che sia fatta una restrizione ai cibi particolarmente ricercati e costosi, non sempre però va in questo modo..

Impakter propone un piatto unico di pesce, facile ed economico.

Baccalà mantecato illegittimo di Giuseppe Maffioli | Sale&Pepe

 

Baccalà mantecato alla veneziana con polenta

Cosa ci serve per 4 persone:

 

Stoccafisso (già ammollato) 300 g

Olio extravergine d’oliva 50 g

250 g latte

Limoni ½

Aglio 1 spicchio

1 cipolla dorata

Alloro 2 foglie

Sale fino q.b.

Pepe nero q.b.

Polenta precotta a blocchetto

 

PER GUARNIRE

Prezzemolo q.b.

Olio extravergine d’oliva q.b.

 

Come preparare il baccalà mantecato

Per preparare il baccalà mantecato alla veneziana, per prima cosa assicuratevi di acquistare uno stoccafisso già ammollato oppure, in alternativa, tenetelo in ammollo per 3 giorni in una ciotola cambiando l’acqua una volta al giorno. A questo punto eliminate la pelle dallo stoccafisso e tagliatelo in tranci. Fate imbiondire 1 spicchio di aglio con la cipolla tagliata e fateci rosolare il baccalà spinato e spellato. Coprire poi con il latte e 1-2 foglie di alloro. Portate a bollore e fatelo bollire per circa 30 minuti a fuoco dolce, eliminando con una schiumarola la schiuma che si formerà in superficie. Il tempo di cottura potrebbe variare a seconda del pezzo di stoccafisso, per cui verificate che sia ben cotto. Trascorso questo tempo scolate lo stoccafisso, avendo cura di conservare il latte di cottura.

 

Trasferite lo stoccafisso in una ciotola per controllare che non ci siano lische e lasciatelo intiepidire, dopodiché versatelo nella ciotola di una planetaria munita di frusta o di foglia. Azionate la planetaria a bassa velocità e aggiungete l’olio a filo. Quando l’olio sarà stato incorporato, versate a filo anche 100 g di latte di cottura e continuate a montare fino ad ottenere una crema omogenea, dalla consistenza spalmabile. Regolate di sale e di pepe, guarnite con prezzemolo e un filo di olio e servite il vostro baccalà mantecato accompagnato con crostini di polenta precedentemente tagliata alta a vostro piacere e grigliata.

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup