Back

“Hope in the City”: il fumetto che insegna la biodiversità

“Hope in the City” racconta la storia di Vikram e di sua figlia Anita. Padre e figlia stanno tornando a casa dal cinema quando un tornado arriva dal nulla. I due non si sono mai trovati nel mezzo di un evento meteorologico così impetuoso. La devastazione di cui saranno testimoni diventa fatalmente la prima tappa di un viaggio durante il quale impareranno quanto è importante la natura. Anche per chi come loro vive in una grande città. Avranno modo di capire come lavorare con e per la natura, per migliorare la qualità della vita della loro comunità urbana.

La visione di fondo

Leggendo la storia raccontata dal fumetto (disponibile qui), si impara che nelle città l’urbanizzazione rapida e non pianificata ha portato al degrado ambientale. Al contrario, la biodiversità fornisce beni e servizi ecosistemici e benefici quali il controllo delle inondazioni, la sicurezza idrica, la sicurezza alimentare, il miglioramento della salute pubblica, l’impollinazione, la mitigazione dei cambiamenti climatici, la riduzione dell’inquinamento e la generazione di mezzi di sussistenza.

La perdita di biodiversità, in particolare nelle aree urbane, ha conseguenze a cascata e di vasta portata, incrementa la crisi climatica ed indicata dagli esperti come uno dei principali rischi globali. Per affrontare direttamente la biodiversità e le crisi climatiche, le città di tutto il mondo devono ripensare e ridisegnare il modo in cui trattano e incorporano le loro infrastrutture naturali nel paesaggio urbano. La biodiversità e la gestione delle risorse naturali devono essere rafforzate attraverso una migliore politica, governance e azione collettiva.

Esempi semplici e concreti che colpiscono il lettore

“Hope in the City” personalizza questa visione attraverso la riproduzione di situazioni che purtroppo sono assolutamente realistiche. Il lettore apprende così insieme a Vikram e Anita della necessità di preservare la biodiversità urbana, dell’importanza di ricorrere a soluzioni basate sulla tutela ambientale e sul contrasto del cambiamento climatico.

Ad esempio, possiamo vedere i miglioramenti apportati alla loro vita dall’intraprendere attività quali la costruzione di un serbatoio per raccogliere l’acqua piovana, portare acqua corrente pulita in casa e piantare un orto biologico sul tetto. Il fumetto, attraverso esempi e concreti, stimola il lettore a fare la propria parte nella lotta contro il cambiamento climatico.

Il progetto

“Hope in the City” è sviluppato da ICLEI South Asia in associazione con Bee Ideas. È stato prodotto come parte del progetto INTERACT-Bio, sostenuto dal Ministero Federale dell’Ambiente, della Conservazione della Natura e della Sicurezza Nucleare della Germania (BMU). Attraverso il progetto INTERACT-Bio, il fumetto sarà condiviso con i governi locali in India. Sarà anche disponibile per i visitatori presso il Centro di interpretazione della natura che è in fase di sviluppo a Kochi, come parte del progetto INTERACT-Bio.

Tratto da Impakter.com.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup