Back

Gorgoglione, il cuore nascosto della Basilicata

Gorgoglione, un piccolo borgo della Basilicata circondato da parchi naturali. Continua il viaggio di Impakter Italia fra i luoghi delle Giornate d’Autunno del FAI.

Gorgoglione è un piccolo borgo della Basilicata, in provincia di Matera. Si trova su di una cresta collinare tra il Parco Regionale Gallipoli Cognato-Piccole Dolomiti Lucane a nord, e il Parco Nazionale del Pollino a sud. A circa quaranta chilometri a nord-ovest si ha la città di Potenza, mentre a 50 chilometri a nord-est la città di Matera. A più di cinquanta chilometri a sud, la costa ionica della Basilicata. Monti, parchi naturali e mare, tutto a poco più di un’ora di viaggio. E come vedremo più avanti, bellezze artistiche e architettoniche. Gorgoglione è quindi un luogo perfetto per fare turismo di qualità, senza rinunciare a niente della tipica offerta dei più grandi centri, mete del turismo di massa.

La storia di Gorgoglione

L’insediamento ha origini antichissime, come dimostra il ritrovamento in Santa Maria degli Angeli di tombe risalenti al IV secolo aC. Dentro queste sono stati rinvenuti vasi apuli dipinti a figure rosse. Oggi sono custodite al Museo Nazionale Domenico Ridola, situato nella città di Matera. Gorgoglione viene menzionato per la prima volta in una bolla pontificia del 1060, dove erano elencate le parrocchie appartenenti alla Diocesi di Tricarico. In borgo, al tempo compreso nella contea di Montescaglioso, passò poi ai Della Marra, ai Carafa e agli Spinelli.

Cosa visitare

Tra le cose da vedere a Gorgoglione c’è sicuramente la bellissima Chiesa di Santa Maria Assunta. Costruita inizialmente in stile romanico, venne poi trasformata in un edificio in stile barocco. Ha tre navate. Al suo interno si hanno un pregevole fonte battesimale, una statua di San Rocco risalente al XV secolo, una Madonna del Rosario realizzata nel XVIII secolo e un Croce lignea del XVII secolo.

Molto suggestivo anche quello che rimane dell’antico Castello realizzato dalla famiglia Della Marra. Il Santuario della Madonna del Pergamo. Si tratta di una piccolo edificio, risalente probabilmente all’Undicesimo secolo. Si trova non distante dal centro, allocata in una posizione panoramica. Ma a Gorgoglione anche la natura si è resa artefice di opere d’arte. È infatti un capolavoro naturale la magnifica Grotta dei Briganti. Si trova a sud del borgo, a circa 760 metri sul livello del mare. L’ingresso alla cavità si apre ai piedi di una cresta rocciosa, dell’altezza di circa 40 m, sulla quale si erge il centro abitato. L’asse principale della cavità è di 36 m, con un’altezza massima di 2 m. Il nome deriva dal fatto che, durante il periodo del brigantaggio, la grotta veniva utilizzata come nascondiglio dai briganti.

Foto in copertina di DinaBenedettoFerrandina

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup