Back
Giro d'Italia ambiente

Giro d’Italia, la corsa rosa diventa green e pianta alberi in Sila

Un colpo di pedale verde per la corsa in rosa. Il Giro d’Italia 2021, infatti, punta tutto sul rispetto dell’ambiente e promette l’impegno a piantare alberi nella Sila, attraverso uno specifico progetto. Una competizione sempre più sostenibile, che potenzia quanto avvenuto negli anni scorsi. Il progetto Ride green conferma in gran parte l’attenzione sul tema. “La raccolta differenziata, il riciclo dei materiali, l’upcycle, la misurazione delle performance e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica rappresentano gli obiettivi primari del progetto”, spiegano gli organizzatori, Rcs sport. 

Rifiuti differenziati sul percorso

Giro d'Italia corsa verde

Il successo dello scorso anno è tutto nei numeri: sono stati 45.254,24 kg i rifiuti recuperati e di questi l’89% differenziati e avviati al riciclo. L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione della cooperativa Erica. E quest’anno viene riproposta. La garanzia è di provare al differenziamento di tutti i rifiuti prodotti durante la manifestazione.

Dalla carta al cartone, dalla plastiche ai metalli (alluminio, banda stagnata e acciaio), così come vetro e organico, ci sarà l’attenzione a non lasciare nulla al caso per provvedere al riciclo dei rifiuti, attraverso il ricordo ad aziende specializzate. Addirittura, si legge nel documento degli organizzatori, “misureremo la nostra performance: quanti rifiuti produciamo in ogni tappa? Quanti ne differenziamo? Quanti rifiuti potremmo ridurre nelle prossime edizioni?”.

Giro d’Italia che riforesta la Sila

Ma nell’edizione numero 104 del Giro d’Italia ci sarà anche un’aggiunta preziosa: la promozione di una riforestazione, che interesserà una delle aree più verdi del Paese. “Altro tassello importante è l’iniziativa Regala un albero, novità del 2021, con Banca Mediolanum, Title Sponsor di Ride Green 2021”, sottolineano da Rcs. Lo scopo finale sarà quello di garantire la compensazione delle emissioni di CO2 prodotte durante il Giro d’Italia, perché gli spostamenti della carovana producono inevitabilmente emissioni. 

Questo bilanciamento “avverrà tramite la piantumazione di 1200 nuovi alberi in un’area di oltre 300 ettari situata nel cuore della Sila, uno dei grandi polmoni d’Europa, diventato nel 2014 la decima Biosfera Italiana MaB (Man and the Biosphere) nella Rete Mondiale dei siti di eccellenza dell’Unesco e che custodisce al suo interno un importante patrimonio di biodiversità, meritevole di protezione”. Insomma, la corsa rosa si tinge sempre di green.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup