Back
Giovani lavoro

Giovani e sostenibilità: il ruolo dei trentenni nella (ri)nascita dell’Italia

I trentenni sono tra i più colpiti dalla pandemia sul fronte del lavoro. Una generazione già di per sé fragile e precaria. E oltre al lavoro è a rischio anche la nostra crescita umana e personale. La fragilità va trasformata in un punto di forza: questo ci consente di recuperare quel lato umano e ci permette di uscire dalle nostre zone di comfort. Così da poter dialogare con ragazzi di ogni estrazione sociale, compreso chi vive in contesti anche molto più complicati. Su tutti le periferie romane.

Crediamo che la nostra generazione debba unirsi ed agire come una comunità, se vuole salvarsi. Dobbiamo essere in grado di non subire più le scelte che cercano di dividerci e, quindi, di indebolirci, ma dobbiamo portare all’attenzione delle istituzioni la forza della nostra visione del mondo e delle nostre idee.

Un webinar su Roma

Con questo allarme, l‘associazione Salviamo L’Elefante ha organizzato un Webinar per il prossimo sabato 6 marzo ore 18.00. L’obiettivo? Discutere del ruolo dei trentenni nella (ri)nascita di Roma, e perché no anche dell’Italia, attraverso una intervista a Francesco Delzio (Manager, scrittore, editorialista, Docente Luiss), sul suo ultimo libro, Liberare Roma (edito da Rubbettino). La domanda è: come ricostruire il “sogno” della città eterna? Il libro di Francesco Delzio è una radiografia a raggi X sui problemi della città, ma è anche una possibile fotografia di un futuro roseo, se verranno prese le scelte giuste.

Come Associazione vogliamo contribuire a ricostruire quel sogno di cui parla l’autore. Ricostruire Roma significa ricostruire l’Italia, e la speranza per la nostra generazione di avere un futuro all’altezza delle aspettative, senza dover fuggire all’estero per dover soddisfare le nostre ambizioni. L’associazione è nata proprio perché è scattata in noi la voglia di interrogarci sul ruolo che la nostra generazione debba avere nel nostro paese. E siamo convinti che debba ricoprire un ruolo determinante per far sì che non si ripetano gli errori del passato. A cominciare dal tema della sostenibilità, che è promozione di buone pratiche e quindi di meritocrazia, abbattimento di barriere culturali, di genere.  

La proposta di Francesco Delzio

Uno dei temi che ci sta molto a cuore e che sono affrontati nel nuovo libro di Delzio Liberare Roma, è in particolare l’assenza di meritocrazia e di lavoro, a danno dei più giovani, con ripercussioni sociali ed economiche per tutto il Paese. E Roma diventa esempio lampante di questa situazione. Il pamphlet lancia l’idea di un “piano straordinario” per i giovani romani, per offrire loro nuove opportunità di lavoro e speranze per far rinascere la generazione dei 20 – 35 anni.

«A Roma – scrive Delzio – esiste una emergenza giovani: un tema che nessuno sembra voler denunciare, figuriamoci affrontare. Forse perché a Roma i giovani sono pochi: soltanto il 5% dei cittadini della Capitale ha tra i 18 e 30 anni, il 9,5% ha tra i 31 e 35 anni. Non è solo l’effetto della scarsa natalità, ma anche della scarsa attrattività di Roma per i giovani talenti. Basti pensare che tra il 2015 e il 2019 i residenti a Milano di età compresa tra i 18 e i 25 anni sono aumentati del 7,7% e quelli tra i 26 e i 30& del 7,3%: Si tratta in gran parte dell’effetto di una nuova immigrazione qualificata, legata a motivi di studio e lavoro. Valori opposti si registrano a Roma, da dove invece i ragazzi tendono ad andare via: i giovani tra i 18 e i 30 anni sono diminuiti del 5% e quelli tra i 31 e i 35 anni addirittura del 9,5%».

Sostenibilità e opportunità ai giovani

Dunque, il punto per l’analisi è che «non è più possibile tollerare livelli di disoccupazione così alti, è necessario tassare e disincentivare le rendite per dare spazio a chi oggi ne ha meno, combattere il familismo e nepotismo che troppo spesso regnano incontrastati non solo a Roma ma in tutta la penisola. Ma non tutto è perduto sostiene l’autore “Roma può essere “liberata” per rinascere, passando da una terribile strettoia che trasformi la Capitale nel terreno della “battaglia finale” della produzione, dell’innovazione e delle competenze contro le rendite: Roma è infatti oggi – denuncia l’autore – un concentrato di rendite unico a livello internazionale».

Parliamo di Roma, come esempio. Ma è un discorso – seppure con sfumature diverse – estendibile a tutto il Paese. In questo contesto, la generazione dei trentenni assume un ruolo principale, perché ha quelle competenze digitali e green che serviranno nel mettere in pratica nelle aziende, nelle PA e in qualsiasi organizzazione il nuovo modello di sviluppo sostenibile e sociale del Next Generation UE, che sarà la base per la ripartenza del paese. La rinascita di Roma sarà lo specchio per una ripartenza di una nuova Italia più meritocratica e verde, con la generazione dei trentenni a fare da traino.

Giovanni Marconi, Alessandro Capanni, Giusi di Lalla

Associazione Salviamo L’elefante, Un riflettore sul mondo del lavoro

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup