Back

Giornata Mondiale dell’Ambiente: ogni ora scompaiono tre specie viventi

Il 5 giugno si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Quest’anno – che festeggia la 50^ edizione – il filo conduttore è il drammatico declino della biodiversità del pianeta: come abbiamo scritto qui, circa un milione di specie viventi (su un totale di circa 8,7 milioni) sono minacciate di estinzione.

Questa perdita di biodiversità procede ad una velocità che fa stimare agli esperti che nel giro di qualche decennio il 75% delle specie viventi non esisterà più: siamo alla sesta estinzione di massa. Si tratta una transizione biotica ( lo studio dell’applicazione di conoscenze informatiche, robotiche e microelettroniche alla biologia) che ha una durata geologica relativamente breve, nella quale l’ecosistema terrestre subisce un profondo cambiamento e che per cause di origine diversa è legato all’aumento della concentrazione di carbonio nell’atmosfera e negli oceani.

Le previsioni nel dettaglio

Delle altre cinque estinzioni di massa conosciute la più famosa a livello generale è quella di 65 milioni di anni fa e riguarda la sparizione dei dinosauri, vegetali, pesci primitivi e batteri. Daniel Rothman è un geofisico del Mit di Boston che ha studiato il ciclo del carbonio nei periodi in cui sono avvenute le altre estinzioni di massa comparandolo con quanto sta avvenendo adesso: “Già da qualche anno è in atto un aumento dei valori tale da innescare il processo di estinzione, che entro il 2100 raggiungerà il suo apice e impiegherà circa diecimila anni trovare un nuovo equilibrio”.

Uno studio del Wwf riporta che nei quattro decenni passati è stato l’uomo a far scomparire circa il 60% delle altre specie viventi in perfetta corrispondenza con l’aumento di Co2 : la Terra perde tremila specie ogni anno, tre ogni ora.

Concentrazione di carbonio, surriscaldamento globale, emissioni di gas serra sono le ragioni principali di queste previsioni scientifiche.

License to use Creative Commons Zero – CC0

Eventi, incontri per la Giornata Mondiale dell’Ambiente

In Italia saranno diverse le iniziative per la celebrazione della Giornata a cominciare da quelle del Ministero dell’Ambiente. L’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ha organizzato una tavola rotonda dove a discutere ha invitato il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa, e il Ministro delle politiche agricole, alimentare e alimentari e forestali, Teresa Bellanova, insieme ai vertici di ISPRA ed esperti e tecnici di numerose istituzioni.

L’obiettivo dell’evento è, innanzi tutto, di rispondere all’invito dell’ONU a tutti i Paesi di contribuire a far crescere la consapevolezza globale dei cittadini sul tema del drammatico declino della natura e di stimolare azioni concrete per arrestarlo e invertirlo. Questa iniziativa cade pochi giorni dopo la pubblicazione delle comunicazioni relative alle Strategie “Biodiversità” e “Farm to Fork”, con le quali l’UE intende costruire la transizione verso una Unione Europea sostenibile e resiliente, e lungo il cammino che dovrà portare all’Accordo Globale ONU sulla Biodiversità, in occasione del summit che si svolgerà a Kunming (Cina) agli inizi del 2021

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup