Back

Giornata mondiale dell’acqua: un uso sostenibile di una risorsa esauribile

Giornata mondiale dell’acqua. Certamente un’occasione per celebrare l’elemento principale della vita. Ma soprattutto un modo per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema gravissimo della carenza idrica; e per dare un impulso affinché vengano intraprese azioni concrete in termini di difesa e conservazione delle risorse idriche.

Il tema dell’edizione 2021 

Ogni edizione della Giornata mondiale dell’acqua ha un tema specifico. Il leitmotiv di quest’anno è “valorizzare l’acqua”, sottolineare l’importanza della conservazione dell’acqua e del suo valore. Secondo l’ONU “il valore dell’acqua è qualcosa che va molto oltre il suo prezzo: l’acqua ha un valore enorme e complesso per le nostre famiglie, il cibo, la cultura, la salute, l’istruzione, l’economia e l’integrità del nostro ambiente naturale. Se trascuriamo anche solo uno di questi valori, rischiamo di gestire male questa risorsa finita e insostituibile”. Per questo singole persone, gruppi di individui, enti e organizzazioni privati e pubblici celebrano ogni anno la Giornata mondiale dell’acqua. La celebrazione mira a creare consapevolezza sull’assoluta centralità dell’acqua e soprattutto sul fatto che è una risorsa finita, quindi esauribile.

La celebrazione in tempi di pandemia

Quest’anno, a causa della pandemia da covid-19, le celebrazioni per la Giornata mondiale dell’acqua si svolgono in modo virtuale, online. Gli eventi ufficiali iniziano alle 13:00 e terminano alle 14:30. Verrà inoltre lanciato il Rapporto delle Nazioni Unite sullo sviluppo dell’acqua nel mondo, includente un’analisi della condizione idrica a livello globale nonché le raccomandazioni di orientamento politico per responsabili delle decisioni nei vari paesi. Sasha Koo-Oshima, Vice Direttore, Divisione Terra e Acqua della FAO gestirà i lavori della celebrazione, che sarà aperta dal discorso introduttivo di QU Dongyu, Direttore Generale della FAO. Tra gli interventi più attesi quello di Papa Francesco, che avverrà mediante videomessaggio letto dal cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano. Per l’Italia interverrà con un messaggio video Marina Sereni, Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

L’impatto dell’Uomo sulle risorse idriche globali

Mediante l’utilizzo di satelliti NASA gli scienziati hanno esaminato 227.386 corpi idrici in tutto il pianeta, per meglio comprendere la reale entità dell’impatto dell’Uomo sul ciclo idrologico globale. Tale ricerca è “essenziale per la sostenibilità delle risorse di acqua dolce sulla Terra”, affermano gli scienziati coinvolti introducendo la loro ricerca. Bene, o meglio, male. Quanto hanno scoperto è agghiacciante: l’attività umana è responsabile di ben il 57% delle fluttuazioni nell’immagazzinamento stagionale delle acque superficiali.

Sarah Cooley, geofisica della Stanford University, denuncia il pericolo intrinseco nell’ignorare questi dati: “Tendiamo a pensare al ciclo dell’acqua come a un sistema puramente naturale: la pioggia e lo scioglimento della neve si riversano nei fiumi, che scorrono verso l’oceano dove l’evaporazione ricomincia l’intero ciclo, Ma gli esseri umani stanno effettivamente intervenendo in modo sostanziale in quel ciclo. Il nostro lavoro dimostra che gli esseri umani sono responsabili della maggior parte della variabilità stagionale dell’accumulo di acqua superficiale sulla Terra “.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup