Back

Garanzia Giovani: il delitto di non usarlo

Il fondo Garanzia Giovani, è stato varato in sede Unione Europea proprio nel 2014 è nato con l’idea di aiutare i Neet o in italiano nè nè (e chissà perchè poi). Si tratta di giovani dai 15 ai 29 anni di età “Not in Education, Employment or Training” cioè persone non impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione a sopportare gli effetti della recessione, dal momento che questa è fascia di età più debole nel mercato del lavoro. Un argomento che ha molto a che fare con i 17 obiettivi dell’Agenda Onu 2030.  L’Unione adesso ha intenzione di rendere Garanzia Giovani che in ambito continentale si chiama Next Generation Eu, più forte facendo in modo che già dalla scuola secondaria  si dia il via ad un percorso utile all’istruzione superiore; che la stessa istruzione sia in qualche modo resa parallela alle esigenze del mercato del lavoro e favorendo l’inserimento dei giovani all’interno dello stesso in modo sistematico. Obiettivi 4, 8,11, 12.

La situazione inItalia

In Italia sei anni fa erano 2 milioni e 500 mila circa. Ma un milione e 400 mila in questi anni hanno avuto la possibilità di un’offerta formativa o di lavoro e molti di loro hanno ricominciato a studiare. Il problema non è solo italiano ma da noi è particolarmente sentito e non è una cosa da ridere. Far uscire  un milione e 400 mila di giovani dalla fascia Neet è stato possibile grazie proprio grazie al fondo Garanzia Giovani, Ma non tutto il fondo è stato utilizzato e non tutto quel ce si poteva fare è stato fatto.

Un sistema che sia pronto subito anche ad aiutare quei giovani che a causa della pandemia e della relativa interruzione di molte attività perderanno o hanno già perso il lavoro, specie quello con contratti a tempo. Ancora dai italiani : 23 giovani su cento sono Neet, quasi il 35% nelle regioni del Sud, molto diplomati senza le basi digitali. Il conto più alto lo pagano le donne, il 20% del totale e che sono istruite, diverse sono laureate, e molte di queste sono a casa per responsabilità familiari. Gia in questa fase si parla di divario di genere? Sì. E siamo nell’obiettivo 5.

License: Free for personal & commercial use

Il finanziamento del progetto

Per Next Generation EU, sono previsti circa 700 miliardi di euro. Così suddivisi 560 a valere sul dispositivo per la ripresa e la resilienza, 55 sul fondo React-Eu e 86 sul Fondo Sociale Plus. 

Il problema principale del lavoro in Italia è da sempre la mancanza di posti di lavoro, in particolare nel Meridione. Sfruttando Garanzia Giovani così sostenuto e rinforzato e gli incentivi fiscali si può fare molto per aumentare la domanda di lavoro. Presentando la relazione annuale il Segretario generale dell’ONU Antonio Guterres aveva dichiarato questo a proposito di Next Generation EU: “Per tutelare la vita umana e i mezzi di sostentamento, per riparare il mercato unico e per costruire una ripresa duratura e prospera, la Commissione propone di liberare tutte le potenzialità del bilancio dell’UE. Con i 750 miliardi di € di Next Generation EU e il potenziamento mirato del bilancio a lungo termine dell’UE per il periodo 2021-2027, la potenza di fuoco complessiva del bilancio dell’UE arriverà a 1 850 miliardi di euro”

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup