Back
giustizia climatica

L’Italia sotto accusa

 Giovedì 1 luglio sulla pagina Facebook di Impakter Italia si è svolto un incontro per raccontare cos’è la causa “Giudizio Universale” intentata da 203 attori diversi tra Associazioni e cittadini, nei confronti dello Stato italiano accusato di inadempienza nella lotta ai cambiamenti climatici. Qui il link per rivedere l’incontro dal quale si capisce che ognuno di noi può e deve portare il suo contributo in questo sforzo enorme per migliorare la qualità della nostra vita.

Nella stessa giornata, 1 luglio, in Francia è accaduto un fatto storico: il Consiglio di Stato francese si è pronunciato contro il governo francese per l’inazione sul clima in una causa legale storica, avviata dal deputato Verdi/EFA Damien Carême. Questa sentenza storica obbliga lo Stato francese a prendere, entro un periodo di nove mesi, “tutte le misure utili per frenare la curva delle emissioni di gas a effetto serra prodotte sul territorio nazionale al fine di garantire la sua compatibilità con gli obiettivi” del paese. Lo Stato francese non è riuscito a dimostrare che la sua traiettoria di riduzione delle emissioni di gas serra del 40% entro il 2030 possa essere raggiunta.

Nel novembre 2018, l’eurodeputato del gruppo Greens/EFA Damien Carême, allora sindaco di Grande-Synthe, aveva intentato la causa contro lo Stato francese perchè la cittadina di 23.000 abitanti è direttamente minacciata dal cambiamento climatico e rischia di essere sommersa dal mare entro 30 anni. Qualche mese dopo, l’Affaire du Siècle (composto da quattro ONG: Notre affaire à tous, la Fondazione Nicolas Hulot, Greenpeace Francia e Oxfam Francia), la città di Grenoble e quella città di Parigi si sono uniti a Carême in questa azione.

Questa sentenza è importante almeno quanto il caso Urgenda in Olanda in tema di giustizia climatica: l’Associazione Urgenda nel 2013 ha avviato una causa contro lo Stato olandese per costringerlo a fare di tutto per ridurre le emissioni di gas serra. Nel 2019 la Corte suprema di quel paese ha dato ragione all’associazione.

La causa Giudizio Universale è la prima del genere in Italia Ma non in Francia come sappiamo, dove la coscienza ambientale ma soprattutto i movimenti Verdi hanno una storia di lotte e battaglie più antica della nostra. Ecco perchè Marie Touissant, europarlamentare del Gruppo Greens/EFAn ha voluto dare il suo contributo alla discussione, raccontando cosa e perchè oltralpe c’è questa maggiore attenzione su tali questioni. Dopo qualche secondo dall’inizio delle parole della Toussaint partono i sottotitoli con la traduzione.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup