Back

Fort Lauderdale: la Venice of America

Una domanda a trabocchettoSapete dirmi qual è quella città che, a suon di canali e gondole, è una delle mete predilette per le vacanze?

Penserete certamente a Venezia, ma non alla “Venice of America”. Sto parlando di Fort Lauderdale, a soli 40 km da Miami, Florida. Si è guadagnata questo titolo per i suoi canali, ponti, gondole, water taxi…e poi c’è l’oceano a due passi di distanza. Sono più di 480 chilometri di corsi d’acqua interni navigabili che scorrono attraverso ville fastose, zone di periferia e nell’ esotico Parco Nazionale delle Everglades, una riserva di paludi che all’occhio sembra un “fiume d’erba”. Ma non è tutto: grazie alle sue quasi 50000 barche registrate, si avvale anche dell’etichetta di “capitale del mondo degli yacht”. Le spiagge si estendono per ben 11 km, con ambienti davvero disparati: dalle palme alle spiagge bianche, alle acque turchesi. Per non parlare dei coccodrilli…sì, ci sono pure quelli e non si nascondono nemmeno…quindi occhio quando vi addentrate nella vegetazione per sbirciare le lussuose case che si affacciano sui canali!

Nonostante l’area fosse abitata dai nativi Seminole, la città prende il nome dal Maggiore statunitense William Lauderdale. Nel 1838, durante la Seconda Guerra Seminole contro i pellerossa che vi abitavano, installò il New River Fort, un avamposto militare. Nel 1893 il territorio era tornato ad essere paludoso: l’impresario Frank Stranahan stabilì una base commerciale con un servizio di traghetti sul New River. Gli indiani giunsero così dalle Everglades a Fort Lauderdale in canoa per vendere pellicce, pelli e piume di uccelli. La città cominciò a crescere ed evolversi fino a diventare nel 1911 un comune autonomo e, nel 1915, Contea di Broward.

La strada più famosa, bella ed elegante è Las Olas Boulevard, raggiungibile con il water taxi poiché vicina ai canali e alla spiaggia. Le case si affacciano direttamente sui canali, ma la cosa che più lascia allibiti è ciò che si trova fuori dal giardino…non semplici barche, ma yacht, direttamente ormeggiati ai piccoli moli privati in legno! Insomma, la qualità della vita è eccezionale e il tutto è contornato da quel clima semi-tropicale che noi italiani invidiamo da sempre. Vale la pena passeggiare lungo questa strada che non è solo residenziale: ci sono negozi, attrazioni di ogni genere e, ovviamente, ristoranti. Le cucine sono fra le più disparate: potete assaporare piatti da quasi ogni parte del mondo. e se non vi volete sbagliare, nonostante la carne sia eccezionale, buttatevi sul pesce. È inutile dire che ce n’è a iosa… di tutti i tipi, cucinato e rivisitato in tutte le salse.

Maria Noce Forti

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup