Back

Foreste tropicali: in uno studio uno spiraglio di luce

Foreste tropicali e la ricrescita possibile. Come? L’Uomo non deve toccarle per almeno 20 anni. Un nuovo studio pubblicato su Science, suggerisce che le foreste tropicali possono recuperare circa il 78% della crescita perduta. La condizione? Che non vengano toccate dall’uomo per un periodo calcolato in circa 20 anni. Questa rigenerazione sorprendentemente rapida impone un profondo ripensamento su quali modelli di conservazione adottare in futuro. I risultati indicano che potrebbe non essere troppo tardi per annullare i danni arrecati al pianeta dalla irresponsabilità dell’Uomo.

È normale che la ricrescita naturale venga ignorata a favore dell’attività di nuove piantagioni di alberi. Tuttavia, secondo l’autore principale dello studio, Lourens Poorter, la ricrescita naturale produce effettivamente risultati migliori. Oltre 90 ricercatori da tutto il mondo hanno lavorato a questo studio per analizzare come avviene la ricrescita tropicale. Hanno analizzato 12 diversi parametri in oltre 77 siti tropicali. Hanno modellato le tendenze a lungo termine del recupero delle foreste. La tecnica utilizzata è definita chronosequencing.

Hanno scoperto che alcune componenti del terreno richiedono più tempo per riprendersi rispetto ad altri. Ad esempio, lo studio afferma che il suolo impiega in media 10 anni per riprendersi dal suo stato precedente. Diversamente, la comunità vegetale e la biodiversità animale impiegano 60 anni. La biomassa complessiva impiega un totale di 120 anni. Molti di questi cambiamenti sono dovuti, in parte, a un meccanismo multidimensionale chiamato “successione secondaria”. In questo processo, la flora e la fauna della “vecchia” foresta aiutano una nuova generazione di crescita forestale.

Perché abbiamo bisogno delle foreste tropicali

Poorter esorta le persone a vedere il valore delle foreste secondarie nella conservazione della biodiversità, nella mitigazione dei cambiamenti climatici e nel ripristino del paesaggio. Lo stesso WWF afferma che “le foreste sono vitali per la vita sulla terra”. Purificano l’aria che respiriamo, filtrano l’acqua che beviamo, prevengono l’erosione e fungono da importante tampone contro il cambiamento climatico. Le foreste ospitano anche gran parte della biodiversità mondiale e sostengono la vita delle comunità locali. Sono centrali nella lotta dell’umanità per invertire gli impatti ambientali dei cambiamenti climatici.

Nonostante ciò, le foreste di tutto il mondo sono minacciate dalla deforestazione. Nel 2020, solo ai tropici sono andati persi oltre 12 milioni di ettari di copertura arborea. Poiché la deforestazione è particolarmente grave in alcune delle foreste biologicamente più diversificate del mondo, è essenziale che il disboscamento illegale, le cattive pratiche di gestione forestale e la crescente domanda di prodotti forestali e agricoli vengano ora fermati.

I limiti dello studio

Finora, i risultati dello studio sono solo calcoli. Uno degli svantaggi del sequenziamento cronologico è che si presume che ogni luogo analizzato abbia la stessa storia e la stessa dinamica di successione. Tuttavia, a condizione di applicare i risultati “caso per caso”, prendendo in considerazione le condizioni locali e le esigenze dei residenti, questo studio fornirà un punto di partenza significativo per cambiare il modo in cui elaborare nuovi modelli di conservazione delle foreste. Poorter conclude implorando le persone di “apprezzare quelle foreste secondarie e, nelle aree in cui è possibile, lasciare che quelle foreste ricrescano di nuovo in modo naturale”. 

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup