Back

Foglia biosolare. L’innovazione che pulisce l’aria

Foglia biosolare. Il lavoro di 100 alberi nello spazio di uno solo. Realizzata a Londra “biosolar leaf”, un’innovazione che pulisce l’aria e produce vegetali nutrienti, coniugando coltivazione biologica e tecnologia avanzata. Ecco di cosa si tratta.

Come funziona

Realizzata in Inghilterra la prima foglia biosolare al mondo. Un’invenzione che sarebbe in grado di assorbire anidride carbonica e scaricare ossigeno nell’atmosfera in modo più efficiente di un normale albero. Gli sviluppatori affermano che la foglia biosolare è in grado di svolgere il lavoro di 100 alberi, utilizzando la superficie mediamente occupata da uno solo. Si tratterebbe di una rivoluzione sia in termini di salute pubblica che in campo urbanistico. L’innovazione infatti permetterebbe di ridurre sensibilmente i livelli dei gas serra superando le problematiche di spazio comuni a tutte i centri urbani, dalle grandi metropoli alle piccole cittadine. Infatti, nonostante il sensibile cambio di mentalità in corso, l’impianto di nuovi alberi nella città moderne  resta spesso un buon proposito sulla carta, proprio a causa della perenne mancanza di spazio. Le amministrazioni sono quasi sempre costrette a dare precedenza alla viabilità e rispetto a politiche improntate alla riduzione dell’impatto ambientale.

L’anima vegetale della foglia biosolare

L’intuizione consiste nella coltivazione di microalghe e fitoplancton sulla superficie di pannelli solari. Questi possono essere normalmente installati sui tetti o altre parti di un edificio, così come su terreni. Secondo gli scienziati gli organismi vegetali impiegati puliranno l’aria dalla CO2, rilasciando grandi quantità di ossigeno nell’atmosfera. Ma non solo. Dalla coltivazione possono svilupparsi proteine vegetali con alto valore nutrizionale.

Una partnership tra impresa privata, università e amministrazione comunale

Il progetto è una partnership tra l‘Imperial College, l’amministrazione comunale di Londra e la startup Arborea. Quest’ultima, fondata e diretta da Julian Melchiorri, è una società all’avanguardia specializzata in nuove tecnologie per la coltivazione biologica. Il Professor Neil Alford, docente dell’Imperial College, ha dichiarato che “l’inquinamento atmosferico è una delle sfide più urgenti di Londra. Il progetto della foglia biosolare è parte di un piano prevede la realizzazione di soluzioni sostenibili che hanno il potenziale per migliorare i risultati ambientali nella zona ovest di Londra, in tutto il Regno Unito e in tutto il mondo”. La fase sperimentale avrà luogo nel campus della facoltà, situato nel distretto londinese di White City.

Mauro Pasquini

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup