Back
impianto fotovoltaico

Facciamo ECO sul PNRR: male il metodo, luci e ombre nel merito

Facciamo ECO, il “fronte” ecologista in parlamento, discute del PNRR alla Camera dei Deputati. Ecco cosa hanno detto i partecipanti alla conferenza stampa dal titolo “PNRR: un’occasione sprecata?”.

Per Facciamo ECO su metodo non ci siamo. E non solo

Il primo intervento è di Rossella Muroni, deputata di Green Italia, che Stefano Iannaccone aveva già intervistato per Impakter Italia. Molte le criticità in questo PNRR secondo Muroni, in primis sul metodo. “Ci siamo astenuti” afferma, perché “il coinvolgimento del parlamento è stato insufficiente”. Lo stesso dicasi per la società civile, “non consultata”. Muroni riconosce nel testo la presenza di alcuni aspetti positivi nel merito, come il tema “del biometano e delle comunità energetiche”, ma anche in questo caso prevarrebbero gli aspetti che non convincono. A partire “dalle priorità”. L’esponente di Green Italia ritiene infatti questo PNRR sia troppo sbilanciato in favore di “idrogeno e alta velocità” e troppo poco invece su “trasporto pubblico locale ed energie rinnovabili”.

Temi ai quali secondo Muroni il governo avrebbe dovuto destinare una sorta di corsia preferenziale e soprattutto molti più investimenti. Infine, il riferimento alla centralità della semplificazione per quanto riguarda le procedure di realizzazione delle opere. Ma con un forte ammonimento sul fatto che nel “piano non vengono mai citati i controlli”. Secondo Muroni, sottovalutare questo aspetto, soprattutto in un paese come l’Italia, è “un azzardo che non ci possiamo permettere”.

Amaro in bocca sulla transizione ecologica

Molto critico anche Andrea Cecconi di Movimento Associativo Italiani all’Estero:, che parla di “amaro in bocca” per la visione complessiva rispetto alla transizione ecologica “annunciata a parole ma non che non riusciamo a vedere nei fatti”. E ancora, “nel PNRR mancano riferimenti al biologico, ai sussidi ambientali dannosi”. Infine, riprendendo quanto detto da Rossella Muroni, Cecconi sulle rinnovabili afferma che siamo “in difetto estremo rispetto ai nostri obiettivi”.

Su donne e giovani giudizi positivi

E nemmeno il giudizio complessivo di Federici Vinci, copresidente di VoltItalia, si discosta da quello di chi è intervenuto prima di lei. In primis, riprende le critiche di Muroni su metodo e tempistiche, aggiungendo che “è stato poco rispettoso per il parlamento e i suoi rappresentanti presentare un documento di 300 pagine, di un’importanza rivoluzionaria per il paese con meno di 24 ore per poterlo leggere, analizzare e fare le dovute considerazioni”. Positivo invece il parere di Vinci sulla centralità che il piano riconosce ai giovani e alle donne: “per quanto riguarda i sostegni alle donne, molto positiva è stata l’allocazione di risorse dirette a facilitare il work-life balance. E siamo molto contenti dei 4,6 miliardi su asili nido, scuole materne e servizi per la prima infanzia. E anche del miliardo destinato all’estinzione del tempo pieno nelle scuole primarie”.

L’ultimo intervento della conferenza stampa di Facciamo ECO è di Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri, collegato in video e intervenuto in qualità di coordinatore nazionale di Italia in Comune.  Dall’eterno del parlamento (il suo partito non partecipò alle ultime elezioni politiche) condivide la scelta del voto di astensione perché “non si può votare a scatola chiusa”, aggiungendo che “a patire dai temi dell’università, della ricerca e dell’ambiente” c’è molto da approfondire. Conclude con una riflessione sulla centralità della dimensione locale per elaborare una strategia concreta per il clima e l’ambiente.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup