Back
FacciamoEco

Europa Verde chiude con FacciamoEco: i Verdi europei stanno con Muroni

I Verdi europei danno il loro supporto a FacciamoEco, la componente dalla Camera fondata a marzo da Rossella Muroni e Lorenzo Fioramonti. Che formalmente ha cessato di esistere pochi giorni fa: il 29 luglio c’è stata la comunicazione ufficiale dall’Aula di Montecitorio. La dichiarazione pubblica di sostegno è giunta dall’Europa ai deputati ecologisti, che stanno portando avanti le loro battaglie in Parlamento, in un momento delicato per le forze politiche green. Dai progetti di unità si è passati a una nuova divisione, in realtà unilaterale su indicazione della neonata Europa Verde, evoluzione politica dei Verdi italiani.

I Verdi europei al fianco di FacciamoEco

Simbolo Verdi europei

Simbolo Verdi europei

Vogliamo ribadire il nostro sostegno a Rossella Muroni e agli altri parlamentari dell’ex gruppo parlamentare ecologista FacciamoEco-Federazione dei Verdi. Il loro lavoro è stato e continuerà ad essere determinante per far sentire la voce dell’ecologia politica nel Parlamento italiano”, hanno dichiarato, in una nota congiunta, Evelyne Huytebroeck, co-presidente del Partito Verde Europeo, e Vula Tsetsi, membro del Comitato.

Da qui l’incoraggiamento alla “deputata Muroni e i suoi colleghi a cercare le condizioni per continuare il lavoro di FacciamoEco e quindi a far sentire la voce verde, poiché è molto necessaria in Italia. Il nostro impegno e la nostra disponibilità a lavorare con tutti coloro che condividono i nostri valori e il nostro programma rimangono forti. Continueremo a sostenere lo sviluppo di uno spazio aperto e inclusivo per l’ecologia politica in Italia”.

La decisione dei Verdi

Simbolo Europa Verde

Simbolo Europa Verde (Screenshot dal sito ufficiale)

Ma per quale motivo è stato necessario l’intervento dei Verdi europei? La questione è di qualche settimana fa. Europa Verde, appena terminato il congresso fondativo, ha infatti deciso di revocare il simbolo del Sole che ride, facendo venire meno i requisiti regolamentari per la presenza della componente. La delibera (leggibile qui), approvata dai vertici di Europa Verde, è datata 15 luglio: sotto la lente di ingrandimento era finito, tra le varie cose, il sostegno di FacciamoEco al governo Draghi. Secondo il partito guidato da Angelo Bonelli ed Eleonora Evi, il drappello ambientalista di Muroni avrebbe dovuto annunciare il passaggio ufficiale all’opposizione dell’esecutivo.

I Verdi italiani, già il 22 maggio scorso, avevano deliberato nel consiglio federale nazionale di collocarsi all’opposizione in ragione dei provvedimenti adottati, e ricordiamo che questa decisione viene presa dopo che la Federazione dei Verdi aveva accolto con speranza l’avvento del governo Draghi e le promesse sulla transizione ecologica che poi non sono state mantenute”, si legge nel testo del documento firmato dal Sole che ride.

L’impegno di Muroni

Rossella Muroni

Rossella Muroni

E in realtà la componente ha votato “no” alla fiducia posta sul decreto Semplificazioni, una mossa che non è bastata a Europa Verde. “Continueremo a lavorare, dentro e fuori dal Parlamento, per la conversione ecologica e la giustizia sociale, consapevoli che questo non è mai stato un governo ambientalista”, ha sottolineato Muroni, parlando della contrarietà al provvedimento dell’esecutivo. “Se l’ambientalismo vuole avere un ruolo in politica – ha aggiunto l’ex presidente di Legambiente – non può limitarsi a stare in tribuna a fischiare l’arbitro ma deve piuttosto provare a giocare la partita facendo proposte, lanciando idee e denunciando le scelte sbagliate”.

Da qui la soddisfazione per la vicinanza espressa dagli European Greens: “C’è sempre tempo per abbandonare il campo, ma non prima di averci provato! Lavoreremo sul rilancio dell’occupazione grazie a un’economia innovativa sostenibile e competitiva, per un futuro di benessere, diritti e giustizia sociale puntando sulla difesa di clima e ambiente”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup