Back

Europa leader mondiale dell’economia circolare

Europa leader mondiale dell’economia circolare. Parola di Paul Crehan (foto), CEO di una grande azienda USA che ricicla la gomma. Ecco spiegate bene le ragioni storiche e i segreti del primato europeo che attrae immensi investimenti da USA e Cina.

Riciclaggio della gomma per ridurre impatto ambientale e inquinamento

La Lehigh Technologies è grande azienda statunitense specializzata in riciclaggio di materiali industriali. Produce polveri di gomma micronizzate (MRP, micronized rubber powders) ottenute da pneumatici a fine vita e altre gomme industriali di scarto. Le MRP possono sostituire materie prime a base di olio e gomma in una sconfinata gamma di applicazioni. La produzione di pneumatici e della gomma destinata al comparto industriale è uno dei fattori che più contribuiscono all’impatto ambientale. E non è solo una questione di inquinamento. Utilizzare materiali di riciclo al poste di gomme naturali, significa ridurre lo sfruttamento degli organismi vegetali da cui sono estratte. Un esempio su tutti, il caucciù.

Europa leader

Il CEO di Lehigh Technologies, Paul Crehan, spiega come l’Europa sia leader nel settore dell’economia circolare. Tanto da attrarre immensi investimenti sia dagli USA che dalla Cina (la più grande economia del mondo). Nello scorso luglio, l’UE ha firmato con la Cina un memorandum d’intesa sulla cooperazione nell’economia circolare. Il passaggio all’economia circolare rappresenta ovviamente una sfida a lungo termine. Ma, sottolinea con entusiasmo Paul Crehan, il rapporto cooperativo e l’allineamento strategico tra i responsabili delle politiche europee e le società chimiche di tutto il mondo rendono l’Europa un modello universale. La scorsa estate, la stessa Lehigh Technologies ha inaugurato il primo impianto MRP al di fuori degli Stati Uniti. Si trova a Navarra, in Spagna. L’azienda di Paul Crehan lo ha costruito in collaborazione con il partner spagnolo Hera Holding. “Siamo incredibilmente lieti di fornire uno dei nostri mercati più vitali con materie prime prodotte localmente; e anche di essere entrati nel mercato europeo, che rappresenta la comunità più attiva al mondo nell’economia circolare.

Le ragioni storiche della corsa verso l’economia circolare

All’origine vi è uno stato di necessità. L’Europa non dispone delle risorse naturali e dell’ampiezza territoriale di aree continentali concorrenti quali il Nord America, l’Australia e l’Africa. L’avanzata civiltà europea ha sempre avuto a che fare con la necessità di importare materie prime dal resto del mondo. Questo stato di perenne necessità ha stimolato negli Europei l’elaborazione di una strategia che ponesse fine o quanto meno riducesse la secolare dipendenza da altre aree del mondo per l’approvvigionamento di materie prime e materiali per l’industria.

Le politiche UE alla base del primato europeo

Ma l’elemento decisivo, il vero salto di qualità, è stata la risposta: trasversale tra vari ambiti, e tra gli Stati Europei. Attraverso una combinazione di leadership intellettuali, istituzioni accademiche, centri di ricerca avanzata, responsabili delle politiche innovazione del settore privato, l’Europa è diventata il tempio dell’economia circolare. Un sistema economico il cui successo è essenziale per fermare il cambiamento climatico. Si è trattato di una strada in salita. Un’idea apparentemente astratta come l’economia circolare rappresenta un argomento ostico. Ma l’appello popolare si è tradotto in una potente rete di agenzie e comitati dedicati a far avanzare l’agenda. A questi appelli l’Unione Europea ha saputo rispondere producendo norme, leggi e piani pluriennali che hanno trasformato l’economia circolare in una componente fondamentale della sua politica ambientale ed economica.

Mauro Pasquini

Articolo tratto dall’originale Europe’s Centrality to the Circular Economy presente su Impakter.com

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup