Back

Energia solare: ecco la soluzione domestica a basso costo

Energia solare a basso costo. Ecco un progetto che fornisce famiglie a basso reddito e piccole imprese di energia solare, abbattendo le emissioni CO2.

Energia solare per famiglie e piccole imprese

In Tanzania è stato realizzato il primo step di un progetto di protezione del clima basato sull’utilizzo di particolari sistemi a energia solare. Questi hanno la caratteristica di essere ad alta tecnologia ma al contempo di utilizzo domestico e a basso costo. In questo modo tanto le piccole imprese quanto le famiglie sono fornite di una fonte alternativa ai combustibili fossili. Il risultato è una riduzione dell’emissione annua di CO2 pari a 9981 tonnellate.

Il progetto

I moduli includono un pannello solare, una batteria, luci e un caricabatterie per telefoni cellulari. Sono attualmente disponibili quattro diverse dimensioni, pensate per soddisfare le diverse esigenze delle famiglie a basso reddito e delle piccole imprese. L’unità più piccola può illuminare due stanze e caricare quattro telefoni cellulari al giorno. Quella più grande alimenta più diffusore di luci, cos’ come elettrodomestici, televisori o frigoriferi e carica fino a dieci telefoni cellulari contemporaneamente. Nel pacchetto è inclusa una forma di assistenza da remoto, che consente di affrontare rapidamente potenziali problemi di manutenzione. “Mi piace vedere i nostri clienti felici. Installiamo un prodotto facile da usare e durevole con un’ampia gamma di servizi post-vendita e garanzia” ha affermato Binde Mohammed, tecnico certificato della Mobisol (l’azienda installatrice).

Il problema della carenza di fonti rinnovabili

2,5 miliardi di persone in tutto il mondo vivono senza una fonte di energia elettrica affidabile per soddisfare le loro esigenze energetiche quotidiane. Usano fonti a base di carburante inefficienti e costose come le lampade a cherosene, che riducono notevolmente le loro attività una volta che l’oscurità si instaura. Tutto questo ha un impatto distruttivo sull’ambiente in termini di emissioni di gas serra, in primis CO2. Il progetto avviato in Tanzania da un forte contributo alla mitigazione di questo danno.

Un progetto in linea con l’Agenda 2030

Ma non è tutto. Sono infatti molti gli obiettivi dell’agenda 2030 dell’ONU che vengono centrati grazie alla realizzazione di questa prima parte del progetto. Ecco alcuni esempi: una famiglia con un sistema solare domestico risparmia 167 litri di cherosene, pari a 134 dollari sulle spese per il carburante e 42 dollari sui costi di ricarica del telefono cellulare all’anno (GOAL 1). La luce solare riduce il rischio di ustioni, rischi di incendio e avvelenamento da cherosene. Oggi sono 500mila le persone che possono beneficiarne (GOAL 3).

Oltre 800mila bambini traggono benefici per la loro formazione scolastica. Questo perché un sistema solare domestico aumenta il tempo di studio dei bambini di 2 ore al giorno (GOAL 4). Inoltre il programma promuove e incoraggia l’apertura di imprese a energia solare gestite da donne (GOAL 5).

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup