Back
Energia ed efficientamento

Efficientamento energetico: la strada maestra per la sostenibilità

Su Impakter Italia l’argomento energia è tra quelli più all’ordine del giorno e non potrebbe essere diversamente. Perché l’energia è alla base della produzione globale di ogni cosa, ma il modo nel quale fino ad oggi il mondo ha prodotto energia è stato “sporco” quindi dannoso. Per questo da anni si parla di energia pulita, green energy, energia verde.

Quando parliamo di questa energia parliamo di quella idroelettrica, solare, eolica, marina, geotermica. Sono generate da fonti di energia che si rigenerano alla stessa velocità con cui vengono consumate e per questo si chiamano rinnovabili.  Un anno fa circa, nel febbraio del 2019, Impakter Italia ha un post nel quale veniva tracciato un bilancio sullo stato di salute dell’Italia dal punto  di vista dell’energia pulita e la sintesi di quell’articolo (che potete leggere qui) era “bene ma non benissimo”.

License to use Creative Commons Zero – CC0

A distanza di 14 mesi, e soprattutto a causa dell’emergenza Covid-19, la situazione potrebbe essere riassunta in “male ma non malissimo”. La questione oggi riguarda l’efficientamento energetico. Quell’insieme di azioni che riguarda edifici pubblici, privati, complessi aziendali e attività che permettono di contenere i consumi energetici, ottimizzando il rapporto esistente tra fabbisogno energetico (di luce e gas) e livello di emissioni: sfruttare le fonti energetiche in modo ottimale.

Che è cosa diversa dal risparmio che prevede la riduzione di energia che viene consumata con la messa in pratica di interventi che permettono di ridurre i livelli di consumo, tagliando sprechi e ottimizzando l’uso delle fonti di approvvigionamento e impiego dell’energia. Esempi? Isolamento termico degli edifici (coibentazioni, rifacimento di infissi, e così via), minor periodo di accensione degli impianti o l’uso entro certe fasce orarie degli elettrodomestici.

Attività che possono non coincidere con un miglioramento dell’efficientamento energetico perché questo misura il rapporto tra immissione di energia e rendimento in termini di produzione (di servizi o merci nel caso di attività industriali) o di consumi (e quindi, di emissioni, nel caso di attività private/abitative). Insomma, l’efficientamento mira a conseguire il medesimo risultato, in termini produttivi o di necessità umane, con minori livelli di consumo: l’obiettivo non è un minor impiego di energia, ma un suo miglior utilizzo. Che si traduce inevitabilmente in un maggior risparmio.

License to use Creative Commons Zero – CC0

L’allarme sull’efficentamento energetico nel nostro Paese lo ha lanciato ESCo Unite, “un’associazione che raggruppa società operanti nel settore dell’efficienza energetica, è nata per promuovere sul territorio italiano interventi volti al risparmio energetico, sensibilizzare la popolazione al risparmio di energia fossile mediante l’uso di tecnologie efficienti e “green”, e per fungere da organo di confronto tra aziende, cittadini e istituzioni, al fine di risolvere la crisi che da diversi anni opprime il sistema italiano dell’efficienza energetica.

La nota diffusa in questi giorni in cui parte la “Fase 2” descrive una situazione di queste aziende e fa notare come sia necessario “Riattivare il circuito economico legato all’efficentamento energetico. Riteniamo fondamentale – conclude il comunicato di ESCo Unite – che venga riattivato il circuito di incentivi legato ai Titoli d’Efficientamento Energetico (TEE): “azioni green” che avevano generato ottimi risultati economici sia diretti sia come volume d’affari generato, ma che da anni sono totalmente bloccati.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup