Back

Elsa e Fabien cancellano il Bianco Natale europeo

Una delle caratteristiche del Natale  in molte zone del mondo era quello del “Bianco Natale” quando la neve rendeva ancora più affascinanti luoghi già belli. Elsa e Fabien, i nomi delle tempeste che stanno agitando il Vecchio Continente, quest’anno ci faranno rimanere delusi perché l’aria calda e il tempo umido fuori stagione caratterizzeranno probabilmente il periodo delle feste.

Un’ondata di aria calda portata dalla tempesta Elsa si sta spingendo attraverso l’Atlantico, dai Caraibi, e la tempesta Fabian sta diffondendo il calore verso l’alto dal Mar Mediterraneo e dal Nord Africa. Si prevede che le temperature raggiungeranno i 16°C a Palermo in Sicilia il giorno di Natale, ma anche la solitamente gelida San Pietroburgo vedrà temperature fino a 5°C, secondo la BBC. Storicamente, l’ex capitale russa era così fredda durante l’inverno che il suo fiume, la Neva, gelava.

Le tempeste Elsa e Fabien che cancellano il Bianco Natale europeo: San Pietroburgo

Nel frattempo, la Svizzera ha registrato la temperatura più alta mai registrata in dicembre (20,5°C) il martedì e non ci sarà probabilmente neve a Natale. A Ginevra, le previsioni sono per i 10°C e la pioggia.

Michael Krucker, un meteorologo di Meteonews in Svizzera, ha detto che la neve è improbabile in tutto il Paese, tranne che per gli insediamenti sopra i 1.000 metri di altitudine. Il paese ha normalmente il 20-30% di probabilità di avere un Natale bianco.

Krucker ha anche detto che periodi di Natale più miti sono un segno del cambiamento climatico : “In futuro, a Natale farà più caldo. Sono solo piccoli cambiamenti, ma nel corso di un lungo periodo direi che possiamo vedere uno schema chiaro“.

Allo stesso modo, Steen Rasmussen, il capo meteorologo dell’Istituto Meteorologico Danese, ha detto che le temperature a Natale saranno “ben al di sopra della norma” per dicembre.”La Danimarca avrà una settimana mite senza neve“, ha spiegato.

Le tempeste Elsa e Fabien che cancellano il Bianco Natale europeo: Fabien

In Francia, l’aria dovrebbe rimanere calda nei prossimi giorni, con forti venti che attraversano il Paese da ovest, secondo Meteo France. La tempesta Fabien, che ha colpito la costa atlantica francese nel fine settimana precedente il Natale, ha portato forti venti fino a 130 km/h e più aria calda dal Mediterraneo e dal nord Africa.

Il sud della Francia è in allerta per violente tempeste, venti forti e inondazioni. “Ci sarà neve in altitudine, in montagne come le Alpi, ma non in pianura“, ha detto un portavoce di Meteo France. “Quindi non ci sarà un bianco Natale“. Almeno, non in Francia: “Il tempo sarà troppo mite per questo.”

Ma non è tutto negativo: gli sciatori delle Alpi hanno visto alcune delle più grandi discariche di neve degli ultimi anni. Secondo il blog della neve di MountainWatch, le stazioni sciistiche sul confine franco-italiano hanno registrato fino a 1,5 metri e mezzo all’inizio di novembre. Anche se le temperature rimarranno miti nella maggior parte dei luoghi, molti di essi saranno coperti e piovosi.

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup