Back

Ecoturismo: la Fattoria dell’autosufficienza sull’Appennino romagnolo

Estate 2020, la prospettiva delle vacanze è nell’ecoturismo. Si fa tappa in Emilia Romagna, nella Fattoria dell’Autosufficienza, tra bio e sostenibilità.

 Il Progetto

Ma come nasce questa iniziativa? L’idea è stata in parte pioneristica. Il 23 dicembre 2008 Angelo Francesco Rosso, insieme alla sua famiglia e a Macrolibarsi, hanno deciso di avviare un ambizioso progetto all’interno dell’Appennino Romagnolo, ai confini del Parco delle Foreste Casentinesi. Sessantotto ettari nel perimetro della Comunità Montana dell’Appennino Cesenate, strutturati secondo i principi della sostenibilità. Mission della Fattoria: l’autosufficienza. Una visione ben espressa su quattro direttrici: autosufficienza, alimentare ed energetica, formazione ed informazione, ecoturismo.

Un modello di azienda multifunzionale basato sulla permacultura

Francesco Rosso

Il perno della Fattoria è la permacultura, pratica di gestione paesaggistica antropizzata. Qui vengono prodotti beni alimentari, utilizzate fibre e risorse di energia naturale purché attuate secondo i valori della resilienza e degli ecosistemi presenti sul territorio. La Fattoria dell’Autosufficienza è un prototipo aziendale basato sulla multifunzionalità: un’agricoltura incentrata sul corretto espletamento della sua funzione primaria con la produzione di beni alimentari, in grado di fornire i secondari a beneficio della collettività.

Una stella polare dell’attività è ovviamente la sostenibilità: nella tenuta non c’è utilizzo di sostanze chimiche e concimi, né tanto meno di veicoli alimentati a petrolio. La Fattoria dell’Autosufficienza riassume e concretizza gli esiti delle ricerche scientifiche degli studiosi Sepp Holzer, Bill Mollison e David Holgrem, Jean-Martin Fortier, Charles e Perrine Hervé-Gruyer, Masanobu Fukuoka e Toby Hemenway, tutti strutturati nella direzione dell’ecologia e della biodiversità.

Un’esperienza enogastronomica di cucina biologica e a km 0

Dalla produzione alla trasformazione il passo è breve. La fattoria è anche bioagriturismo. Nel verde che circonda la fattoria, c’è la possibilità sedersi a tavola per un’esperienza enogastronomica sana e autentica, tutta a chilometro zero. E soprattutto vegetale e integrale. Gli impianti ortofrutticoli sono stati progettati seguendo il metodo francesce ‘market garden’, tradotto bio-intensivo, che si realizza lavorando nel massimo delle sue potenzialità e utilizzando il minore spazio possibile. Nella fattoria sono state riqualificate le varietà antiche di mele, ben quaranta, e pere, una ventina, insieme alle ciliegie e ai grani, Senatore Cappelli e il Gentil Rosso, tutti di vecchia estrazione.

La produzione, nel rispetto del requisito di multifunzionalità, include legumi e cereali, quali l’orzo mondo Leonessa e la segale Germano. Tra varietà antiche ripristinate e metodi di coltivazione all’avanguardia, la sperimentazione non manca. Di recente, è stato impiantato persino un vitigno destinato alla ricerca, che va ad aggiungersi allos tudiato ecosistema caratterizzato da swales, fossi livellari, da bacini acquatici, e con la presenza di animali da cortile e di api, per la produzione e degustazione di miele locale.

Ecologia e Bioarchitettura

La visita della Fattoria dell’Autosufficienza è anche la scoperta un modello architettonico nel segno della sostenibilità. Tutti gli edifici hanno una struttura e uno stile architettonico interno eco-friendly, anche in termini energetici, utilizzando risorse da fonti rinnovabili. Sono ideati per il ricorso a fonti rinnovabili: vento, acqua, fotovoltaico.

Per l’inverno è stato realizzato un sistema di riscaldamento micro capillare a parete che va dalla caldaia a legna in classe A. La struttura, inoltre, ha anche un sistema di ricircolo dell’aria con scambio di calore e pareti e tetto isolati e realizzati con i materiali naturali di calce-canapa e fibra di legno. Le acque piovane sono raccolte in un unico bacino e utilizzate per l’irrigazione. Nulla viene sprecato.

Attività e Volontariato per un’esperienza unica

Durante tutto l’anno sono organizzate giornate di approfondimento e avvicinamento ai principi di vita della Fattoria. Un calendario con corsi intensivi: di cucina e di agricoltura naturale, attività di seedballs, seminari, di incontro e di comunicazione con la natura, eventi incentrati sulle tematiche dell’autosufficienza, della permacultura, della salute e alimentazione naturale, workshop di autocostruzione, autoproduzione e autosufficienza, yoga, meditazione, sciamanesimo, applicazione del metodo Wim Hof di consapevolezza fisica e mentale, sopravvivenza in natura.

La sala da pranzo nella fattoria

Ecoturismo, le vacanze ai tempi del Covid_19

L’ecoturismo, in questo 2020 di costretto isolamento, è la nuova opportunità vacanziera. La posizione geografica della Fattoria consente di praticare varie attività a stretto contatto con la natura, magari in agricampeggio. Alle sue spalle, nell’intersezione regionale della Romagna e della Toscana, è possibile andare a cavallo o percorrere tracciati di mobilità dolce, di trekking, hiking e mountain bike, completamente immersi nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna.

Per i più audaci, è suggerito il climbing sugli scogli calcarei del Monte Fumaiolo o del Sasso Simone e Simoncello per un’esperienza di autentica adrenalina. Ma se si vogliono apprezzare le bellezze naturalistiche del luogo, c’è il potente scenario della Cascate dell’Acquacheta, affluente del fiume Montone, nei pressi del Monte Lavane nel Comune di San Godenzo. E infine c’è la possibilità di rigenerazione spirituale nel parco Indiano, attività nata con la collaborazione dell’Associazione il Salice Willow.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup