Back
mobilità

Ecologica, resiliente e digitale

Ecologica, resiliente e digitale

Sono i tre obiettivi verso i quali deve muoversi il piani dell’Unione Europea e dunque tutti gli Stati membri, considerando anche che si parla di ogni via e mezzo di trasporto: le strade, le ferrovie, i fiumi ed i mari, l’aria e quant’altro possibile. Come farlo? Iniziando dalla strada.

Quattro le date fondamentali : il giugno del 2021, entro il quale secondo la proposta dell’UE dovrà esserci la  revisione degli standard della CO2 per i veicoli leggeri mentre quella per i veicoli pesanti dovrà essere realizzata per il 2022. Poi il 2030: 30 milioni di automobili ed 80mila autocarri che circolano sulle strade dell’Unione dovranno essere a zero emissioni. Infine il 2050 quando tutti i mezzi sulle strade europee (auto, furgoni, autobus, ecc.ecc.) dovranno essere ad emissioni zero.

Per tutto questo potrebbero essere necessarie anche nuove disposizioni: il prezzo del carbonio, nuove tasse, pedaggi stradali e nuove misure sui pesi e le dimensioni dei veicoli pesanti.

E poi c’è “Recharge and Refuel” l’iniziativa che intende costruire 500 stazioni di idrogeno entro il 2025 e un milione di punti di ricarica pubblici entro il 2030.

mobilità

Tutto sulla “Strategia per una mobilità sostenibile e intelligente” dell’UE – CC0, public domain, royalty free
Public Domain

Impakter ha letto in anteprima la Strategia per una mobilità sostenibile e intelligente (Sustainable and Smart Mobility Strategy) dell’Unione Europea, che è stata poi presentata dal vicepresidente esecutivo per il Green Deal comunitario, Frank Timmermans. “Per raggiungere i nostri obiettivi climatici, le emissioni del settore dei trasporti devono registrare una chiara tendenza al ribasso” ha detto Timmermans confermando quanto sappiamo e scriviamo da tempo. La strategia si compone di 82 iniziative diverse.

“Si tratta di uno strumento che cambierà il modo in cui le persone e le merci circolano in tutta Europa. E renderà facile combinare diversi modi di trasporto in un unico viaggio. Abbiamo fissato obiettivi ambiziosi” ha aggiunto ancora Timmermans mentre la Commissaria ai Trasporti, Adina Vălean ha spiegato : “In quanto spina dorsale che collega i cittadini e le imprese europee, i trasporti sono importanti per tutti noi. Le tecnologie digitali hanno il potenziale per rivoluzionare il nostro modo di muoverci, rendendo la nostra mobilità più intelligente, efficiente e anche più verde. Dobbiamo offrire alle imprese un quadro stabile per gli investimenti green che dovranno effettuare nei prossimi decenni”.

mobilità

Tutto sulla “Strategia per una mobilità sostenibile e intelligente” dell’UE – CC0, public domain, royalty free
Public Domain

Le vie d’aria e d’acqua

Ancora due date fondamentali: il 2030 ed il 2035 per le emissioni zero. Entro dieci anni dovranno essere le grandi navi a raggiungere questo obiettivo mentre cinque anni più tardi si pensa che saranno gli aerei a fare lo stesso.

Per le navi si parla di FuelEU Maritime un progetto che sta lavorando alla promozione ed alla realizzazione di combustibili marittimi sostenibili. La Commissione sta pensando di istituire “un’alleanza per la catena del valore dei combustibili rinnovabili e low carbon” così come si sta valutando l’adozione di porti puliti e di “zone di controllo delle emissioni” in tutte le acque comunitarie.

Sugli aerei Bruxelles lavora ad una proposta di riduzione delle quote ETS assegnate gratuitamente alle compagnie aeree e proporrà il sistema di compensazione e riduzione del carbonio dell’ICAO per l’aviazione civile internazionale tramite la revisione della direttiva ETS nel 2021.

mobilità

Tutto sulla “Strategia per una mobilità sostenibile e intelligente” dell’UE – CC0, public domain, royalty free
Public Domain

I treni

La strategia dell’Unione in merito al trasporto ferroviario comprende  il raddoppio entro il 2030 del traffico ferroviario ad alta velocità e che per la stessa data, il trasporto intermodale treni-navi sia in grado di offrire un’alternativa valida a quello su strada. L’anno prossimo la Commissione proporrà un piano perchè i servizi ferroviari passeggeri a lunga percorrenza e transfrontalieri siano incrementati;  sosterrà l’elettrificazione dei servizi e se non sarà possibile dovunque favorirà l’utilizzo dell’idrogeno. Nel 2050 infine, Bruxelles intende raddoppiare il traffico merci su rotaia ed ha l’obiettivo di rendere pienamente operativa la rete di trasporto transeuropea (TEN-T) multimodale.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup