Back

Due tir in fiamme: troppe merci su gomma

Ogni volta che accade un incidente come quello di martedì 30 luglio sulla tangenziale di Bologna, che somiglia tanto a quello del 6 agosto dello scorso anno quasi nello stesso punto sulla stessa tangenziale, nel nostro Paese spunta il dibattito sull’eccessivo uso che si fa dei mezzi per il trasporto delle merci – di qualunque genere – su gomma. E qualcuno dice “Se usassimo di più i treni queste cose non accadrebbero”.

Forse no, perché esistono ed accadono anche gli incidenti ferroviari e ne sappiamo qualcosa in Italia. Ma il problema non è quello. Perché spostare la merce dalla gomma alla rotaia sarebbe una questione di attenzione per la sostenibilità del nostro mondo. Intanto ci ha pensato la Comunità Europea a fissare un limite: entro il 2030 il 30% delle merci dovrà essere movimentato con i treni.

Questo presupporrebbe una rete ferroviaria adeguata in Italia ma anche in Europa dove la situazione una volta tanto non è migliore della nostra. Rispetto a 20 anni fa nel Vecchio Continente le autostrade sono aumentate dell’8% circa, le ferrovie del 4% in ribasso. Eppure i trasporti sono l’attività che più di altre incide sul bilancio energetico nazionale (quasi 1/3).

L’Agenzia europea dell’ambiente, rileva che l’inquinamento da trasporto ferroviario è 3,5 volte inferiore, per tonnellata-chilometro, a quello del trasporto su strada. Ecco perché il limite di cui sopra cioè entro il 2030 il 30% delle merci deve muoversi su ferrovia. Se l’Europa è indietro noi lo siamo ancora di più quindi o si fa la rivoluzione del ferro o la gomma continuerà a regnare indisturbata.

Perché nel Bel Paese la percentuale delle merci che viaggia sui binari è pari al 6 per cento, come rileva l’Indice di mobilità elevata dell’ANAS, l’ente nazionale per le strade. In Germania è il 18%, in Francia circa il 18%, nel Regno Unito il 20%, in Spagna stanno peggio di noi col 5 per cento.

Aumentano i mezzi pesanti, le strade sono sempre più affollate la loro gestione è sempre più difficile e costosa ed ogni tanto crolla qualche tratto. Ma la situazione non è allegra in tutta Europa.

Quali merci viaggiano di più?

Il 10% delle merci trasportate in Europa è frutto dell’agricoltura, che fornisce beni di consumo per un uso a breve termine. Tuttavia, una piccola parte dei prodotti trasportati appartenenti al settore primario proviene in parte dalla pesca e dalle attività forestali.
Il 20% dei prodotti che attraversano il continente europeo appartiene all’industria mineraria. Carbone, petrolio greggio, gas naturale, minerali, ferro e petrolio sono solo alcuni dei prodotti non finiti che viaggiano attraverso il processo logistico.
I prodotti manifatturieri detengono il record e fanno la differenza nella gestione della supply chain – la gestione della catena di distribuzione – , poiché il 70% del totale delle merci proviene da questo settore. I beni di consumo durevoli, i macchinari, le attrezzature, i prodotti chimici e gli oggetti di uso quotidiano hanno un grande impatto sull’economia commerciale in Europa.

Treno

Treno merci

Come viaggiano le merci in Europa?
Secondo le statistiche Eurostat, il paese leader nel trasporto merci in Europa è la Germania, che gode di una posizione strategica nel continente. Come la maggior parte degli altri Stati membri dell’UE, dà la priorità alla strada per il trasporto merci interno, che purtroppo è anche la soluzione più inquinante.

Tuttavia, nell’Europa orientale, il trasporto ferroviario rappresenta il modo più efficiente di trasportare le merci. Paesi come l’Estonia, la Lituania e la Lettonia spostano i prodotti all’interno dei confini sfruttando principalmente la ferrovia piuttosto che qualsiasi altro mezzo.

La navigazione fluviale è l’opzione più preziosa quando si trasportano in tutto il mondo consumatori durevoli e merci pesanti. Tuttavia, a causa della conformazione del territorio, i Paesi Bassi favoriscono la propria rete idrica per la spedizione di merci nell’entroterra.

infografica Eurostat sul trasporto merci nell’UE

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup