Back

Dopo May viene Johnson ?

“Il crimine è in costante calo sia a Londra che a New York. E l’unico motivo per cui non andrei in alcune parti di New York è il rischio reale di incontrare Donald Trump”. “Il presidente Barack Obama  ha un’avversione ancestrale dell’impero britannico”. “Tony Blair sarà accolto con sorrisi di angurie” quando visiterà il Congo. E le donne musulmane indossano il burqa come cassette delle lettere”.

Ecco tre battute – il cui gusto è lasciato alla libera interpretazione del lettore – di uno dei più probabili candidati alla successione di Theresa May alla guida del Partito Conservatore: Alexander Boris de Pfeffel Johnson, nato nell’Upper East Side di New York, ha avuto la cittadinanza americana fino al 2006; ha studiato alla Eton – la più prestigiosa scuola privata britannica – e all’Università di Oxford.

L’uomo politico

Boris  – come è popolarmente chiamato in Inghilterra –  è una delle figure politiche che creano maggiori divisioni nel Regno Unito. Tra i bookmaker e i sondaggisti è il favorito ad occupare il nr.10 di Dowining Street – la residenza del Primo Ministro Britannico.

Eccentrico, un ispiratore politico o un pericoloso populista? Questo ed altro si dice di Mr.Johnson

Certo la May lascia un partito conservatore in aperta rivolta. Johnson, uno dei più ferventi fautori della Brexit spera di riconquistare i ribelli, far finalmente accadere la Brexit ed essere il leader che rimette insieme il partito.

Però nelle analisi politiche è ancora lontano dall’essere il candidato perfetto: il 32% delle persone ha un’opinione positiva di lui, secondo i sondaggi di YouGov, la percentuale più alta di qualsiasi altro politico del paese. Ma molto di piu’, il 46 percento, ha un’opinione negativa.

“Ha un effetto polarizzante”, ha detto Scott Lucas, professore di politica e studi americani all’Università inglese di Birmingham. “E’ probabilmente il politico piu’ apprezzato, ma anche uno dei piu’ disprezzati.”

I critici accusano Johnson di essere un astuto opportunista. In passato, ha sostenuto le riduzioni fiscali ed è stato contro gli aumenti della spesa sociale, e nella Camera dei Comuni ha votato generalmente a favore della parità di diritti degli omosessuali, secondo They Work For You, un sito web che traccia le decisioni dei legislatori.

Tuttavia, ci sono ancora grandi domande su come sarebbe effettivamente il suo governo, comprese le sue relazioni con gli Stati Uniti.

Anche coloro che non amano il suo stile arruffato di Johnson lo vedono come la migliore possibilità di battere i populisti sia a destra che a sinistra, come il leader del partito laburista Jeremy Corbyn e il leader del partito Brexit Nigel Farage.

“Non è un tipico politico britannico”, ha detto Lucas dell’Università di Birmingham. “Ha sempre avuto l’idea di essere un tipo davvero intelligente, ma anche un po’ piu’ bizzarro.”

Gara per la leadership

Johnson dovrà affrontare una concorrenza interna importante per diventare il leader del suo partito. I due nomi più accreditati sono quelli di  Rory Stewart, il segretario di stato per lo sviluppo internazionale, ed Esther McVey, l’ex segretario al lavoro e alle pensioni. Nel Regno Unito, la scelta di un nuovo primo ministro non richiede necessariamente un’elezione generale. Se il leader del partito più grande cambia tra le elezioni, questa persona di solito diventa automaticamente il nuovo primo ministro.

Questo è successo quando Cameron si è dimesso nel 2016 e May gli è succeduto incontrastato.

Ma Johnson probabilmente dovrà affrontare un test più severo, con forse più di una dozzina di potenziali concorrenti in gara contro di lui. La lista, molto lunga, un po’ alla volta si assottiglierà fino ad un ballottaggio a due, e il vincitore sarà stato scelto dai 124.000 circa membri del partito.

In qualsiasi potenziale matchup, Johnson è il preferito dai membri “con enormi margini”, secondo un sondaggio YouGov all’inizio di questo mese.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup