Back

Diritto delle donne alla terra, per il bene di tutti

Diritto delle donne alla terra. In questo articolo vi spieghiamo perché riconoscere alle donne il diritto alla proprietà fondiaria è un vantaggio per tutta la società.

Il gender gap si combatte anche (e soprattutto) con il diritto alla proprietà

Il diritto alla terra per le donne è riconosciuto come fondamentale per il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile, in particolare per sradicare la povertà e porre fine alla fame e all’uguaglianza di genere (obiettivi 1, 2 e 5). Sono stati compiuti progressi nel garantire i diritti alla terra delle donne attraverso il riconoscimento dei diritti di proprietà fondiaria. Ma le sfide che le donne affrontano richiedono una gamma più ampia e più solida di interventi per garantire il diritto di disporre della terra. Questi includono leggi che garantiscono maggiore equità più nonché un potenziamento della formazione.

Alcuni esempi concreti

Governi nazionali, agenzie di sviluppo internazionale e ONG stanno sempre più prendendo provvedimenti per garantire i diritti delle donne nella redistribuzione della terra. In precedenza, questi programmi erano spesso esclusivo appannaggio maschile. Esempi di queste azioni includono l’iniziativa del governo boliviano di aumentare il numero di titoli fondiari rilasciati alle donne ai sensi della legge fondiaria (Ley n. 1715, Servicio Nacional de Reforma Agraria).

L’Unione Africana ha dichiarato che entro il 2025 il 30 percento di tutte le terre dovrà essere registrato a nome di una donna. L’Etiopia ha introdotto la trascrizione di titoli congiunti di proprietà terriera. E ancora, in Indonesia, nell’ambito degli sforzi di recupero a seguito del terremoto e dello tsunami che hanno devastato la provincia di Aceh nel 2004, il governo ha avviato un programma congiunto per la titolazione della terra. Sono stati rilasciati certificati di terra in nome di marito e moglie o fratello e sorella come uguali proprietari.

Vantaggi della protezione dei diritti alla terra delle donne

La validità di questa “politica fondiaria” in favore delle donne è comprovata da una ampia serie di prove concrete. In primis il maggiore benessere per le donne e le loro famiglie. Questo significa più sicurezza e parità all’interno del contesto familiare. In altre parole, meno vulnerabilità alle violenze domestiche. Inoltre ne trae beneficio la salute e l’educazione dei figli. Poi c’è l’aspetto decisionale.

Avere il diritto di proprietà sulla terra implica una crescita della persona, grazie all’immersione nelle problematiche inerenti alla gestione burocratica e pratica del bene. Su queste basi la donna assumerà decisioni in autonomia. Privilegio che nei paesi arretrati fino a ieri era riservato quasi esclusivamente agli uomini. Decidere, assumersi responsabilità significa ulteriore crescita dell’individuo. Ma non solo. Lo status della donna nella società ne risulta fortemente accresciuto. Infine, a chiusura del cerchio, la crescita civile e politica della donna. Una donna indipendente e autonoma può con più facilità e cognizione di causa occuparsi, da cittadina, della gestione pubblica della comunità.

Articolo tratto da Impakter.com.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup