Back

Come Rotterdam combatte l’innalzamento del livello del mare

Rotterdam: l’innalzamento del livello del mare è una delle tante conseguenze dei cambiamenti che stanno attraversando il nostro mondo, dal punto di vista climatico, Uno studio di cui abbiamo scritto qui su Impakter Italia, predice che fra 30 anni molte se non tutte le città che oggi sono sul mare, saranno sommerse dall’acqua.

In Europa c’è una zona che da tempo ha imparato a convivere con questo problema tanto che il suo nome è – in italiano – Paesi Bassi – e che oggi più che mai si sta adattando ai cambiamenti.

In particolare la città di Rotterdam  affronta il problema dell’innalzamento del livello del mare nel porto per evitare le inondazioni, mette in pratica la semplice idea di un giardino pensile che può diventare uno Smart Roof per prevedere le precipitazioni e conservare l’acqua piovana, e quello di 35 mucche che vivono in una fattoria galleggiante e che forniscono alla gente del posto la loro pinta di latte fresco al giorno.

Prima di iniziare l’analisi è bene ragionare sui dati del Servizio per il cambiamento climatico di Copernicus.

Temperature

A livello mondiale il settembre 2019 è stato di 0,57 C più caldo della media 1981-2010, caldo come il settembre più caldo di sempre, che era nel 2016.

E’stato più caldo in gran parte dell’Europa, negli Stati Uniti e nell’Artico, ma non dappertutto: Norvegia e Svezia, la Russia sudoccidentale e le repubbliche dell’Asia centrale erano più fresche del solito.

Oceani

Normalmente il ghiaccio marino artico raggiunge i livelli più bassi in settembre, e il mese scorso non ha fatto eccezione. Infatti, nel settembre 2019 si è registrato il terzo livello di ghiaccio marino più basso mai registrato, come dimostra la linea blu.

Nel frattempo, l’ultimo rapporto dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) afferma che il livello del mare sta aumentando a 3,6 millimetri all’anno, e che tale aumento sta accelerando man mano che le masse di ghiaccio terrestri si sciolgono e gli oceani si espandono man mano che si riscaldano.

Le proiezioni di innalzamento del livello del mare di un metro o più entro la fine del secolo, un effetto del cambiamento climatico che minaccia direttamente le città costiere di tutto il mondo. Ecco allora cosa fa la città di Rotterdam per difendersi.

la Barriera di Maeslant

Barriera di Maeslant

Il Maeslantkering, nel sud dell’Olanda, è la più grande barriera mondiale contro le tempeste. Alta ventidue metri, realizzata in acciaio spesso, difende una gran parte dei Paesi Bassi dal mare. E’ una macchina formidabile.

Jeroen Kramer, responsabile delle comunicazioni della Barriera ha dichiarato: “Quando arriva una tempesta, si ha un’ondata di tempesta. L’acqua sale sempre più in alto. Se l’acqua sale più in alto di 3 metri, allora sarà pericoloso per Rotterdam, è il momento in cui la barriera si chiude. “Non può succedere nulla, è così solido e così forte“. La barriera aiuta a proteggere le grandi aree dei Paesi Bassi che si trovano sotto il livello del mare.

Le porte hanno dovuto chiudere solo due volte in 22 anni per evitare inondazioni. Tuttavia, con l’innalzamento del livello del mare, la barriera deve essere chiusa una volta all’anno, e ogni giorno la barriera viene chiusa a un costo di 10 milioni di euro di mancato guadagno per il porto.

Il problema vero non è la paura dell’acqua” dice Kramer, “È il calcolo di ciò che l’acqua può fare, perché  sappiamo cosa può fare. Quindi c’è molto rispetto per l’acqua. Ma noi diciamo, siamo molto orgogliosi di dire che gli olandesi combattono contro l’acqua, ma anche di lavorare insieme alla natura per fare tutto bene anche in futuro”.

Diga a Rotterdam

Adattamento

Per adattarsi, le autorità portuali stanno costruendo strutture sul lato costiero che possono operare in quasi tutte le condizioni climatiche.

La città utilizza dighe e dighe per tenere a bada l’acqua e sta sperimentando nuovi modi per gestire l’acqua in eccesso, sia essa proveniente dal mare, dalle acque sotterranee o dalla pioggia.

Jorg Pieneman, Senior Advisor on Urban Water Management and Climate Adaptation: “Rotterdam sente l’innalzamento del livello del mare. Costruiamo la capacità di stoccaggio dell’acqua perché ogni goccia di pioggia che cade sulla città deve essere pompata, altrimenti avremo sempre i piedi bagnati all’interno della città”.

Fattoria galleggiante

Fattoria galleggiante

Un altro modo di adattarsi è quello di esplorare nuove idee sull’uso dei corsi d’acqua aperti. La Fattoria Galleggiante ha 35 vacche da latte, con una capacità totale di 40, che vivono su una piattaforma galleggiante in banchina.

Perché non produrre cibo sull’acqua intorno e in città” sostiene Minke Van Wingerden, partner della Fattoria Galleggiante, “perché quando sei sull’acqua sei adattabile al clima. Si va su e giù con la marea“.

Le mucche mangiano erba dei campi da calcio locali, bucce di patate dei ristoranti, crusca prodotta da un vicino mulino a vento e persino sottoprodotti della produzione di birra di una fabbrica di birra locale.

La fattoria galleggiante raccoglie e filtra l’acqua piovana per le mucche da bere e utilizza l’elettricità di una centrale solare galleggiante accanto alla fattoria.

L’azienda è finanziata privatamente e genera entrate vendendo i suoi prodotti e vendendo anche biglietti per visite guidate delle strutture. Parecchie centinaia di litri di latte prodotto al giorno (max 800 litri da 40 vacche) sono venduti localmente tramite ristoranti, direttamente ai clienti o tramite distributori alimentari sostenibili.

Le comunità locali vengono a condividere ricette e consigli di cucina, soprattutto perché l’azienda agricola vende in loco latte crudo e non pastorizzato, che ne ha fatto un punto d’incontro, e i proprietari hanno ricevuto delegazioni da tutto il mondo.

In seguito, intendono costruire piattaforme galleggianti per allevare polli e coltivare frutta e verdura.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup