Back

Come aiutare l’Africa in Africa

A proposito della questione migrazione verso l’Europa dall’Africa molti dicono: “Aiutiamoli a casa loro”. Come? Silenzio. Per fortuna qualcuno sa cosa fare. Nella sua rubrica Futuris, Euronews.eu illustra il progetto SafeWaterAfrica finanziato dall’UE  grazie al quale scienziati africani ed europei lavorano insieme alla ricerca di un modo per disinfettare l’acqua per uso domestico in luoghi remoti e isolati dell’Africa.

Il progetto

Gli obiettivi principali sono usare tecnologie sostenibili e a prezzi accessibili. Una soluzione potrebbe essere. Dicono questi ricercatori –  un piccolo impianto pilota di trattamento delle acque attualmente in fase di installazione nel Mozambico meridionale.

Il Mozambico è uno dei 16 paesi subsahariani appartenenti alla Comunità per lo sviluppo dell’Africa australe.  Circa il 40% della popolazione della comunità non ha accesso all’acqua potabile, ovvero circa 130 milioni di persone.

Un paese di 14mila abitanti viene preso come esempio della gravità della situazione, Ressano Garcia, vicino al confine con il Sudafrica.

Risultati immagini per Ressano Garcia in Mozambico

Silvestre Mario Trigo,è il responsabile tecnico dell’impianto di depurazione di Ressano Garcia : “Non tutti hanno accesso all’acqua potabile. Così si rivolgono al fiume. Ma l’acqua di questo fiume non viene trattata. Così, quando raggiunge le famiglie, provoca diarrea e altre malattie come il colera, la dissenteria, il tifo o la poliomielite – trasmesse o derivate dall’uso dell’acqua del fiume –  anche se a Ressano Garcia la diarrea è la più comune”.

Tecnologia di pulizia dell’acqua

Fornire acqua più sicura è l’obiettivo di questa unità pilota che viene installata nei locali dell’impianto di trattamento delle acque in decomposizione della città.

Il prototipo è stato progettato per degradare sostanze inquinanti nocive come pesticidi e inattivare microbi e agenti patogeni.

Utilizza una tecnologia chiamata “ossidazione elettrochimica” che produce ozono nell’acqua inquinata. L’ozono agisce come detergente.

In verde tutti i paesi africani considerati nella zona sub-sahriana

Amiro Abdula Martins è un ingegnere civile della Salomon LDA. Spiega come funziona il sistema pilota: “La stazione è in grado di trattare l’acqua attraverso processi molto diversi: coagulazione, decantazione [la scissione dei liquidi] e diverse fasi di filtrazione. Il sistema crea ozono nell’acqua. Questo ozono è una caratteristica dell’alta qualità dell’acqua; pulisce efficacemente l’acqua. I nostri studi hanno dimostrato che questo sistema è in grado di pulire tra l’80 e il 90% di tutto lo sporco presente nell’acqua“.

In Sudafrica, i ricercatori avevano precedentemente installato un impianto pilota più grande a 40 km a sud di Johannesburg, utilizzando una tecnologia simile. L’impianto filtra e pulisce l’acqua di un fiume inquinato nelle vicinanze e di un impianto di trattamento adiacente.

Sia l’impianto che la piccola unità di disinfezione del Mozambico fanno parte di un progetto di ricerca dell’Unione europea volto a fornire acqua più sicura alle popolazioni rurali e periurbane africane in modo efficiente e a prezzi accessibili.

I ricercatori vogliono che ogni stazione sia autonoma e costruita con il maggior numero possibile di materiali africani e verdi. Il vantaggio principale delle piccole unità è la loro flessibilità e mobilità.

Anche in luoghi isolati e remoti, le unità possono essere facilmente installate“, dice l’ingegnere civile Nelson Pedro Matshinhe, della Salomon LDA. “Il nostro obiettivo principale è quello di ottenere acqua che, una volta consumata dalla popolazione, non crea problemi di salute pubblica. Il nostro obiettivo finale è quello di migliorare la salute delle persone“.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup