Back

Colombia a rischio, i proclami non salvano l’ambiente

Un disastro per l’ambiente, ignorato nonostante i rischi che corre la Colombia. Eppure l’Undp, il Programma per lo Sviluppo delle Nazioni Unite, ha lanciato un chiaro allarme: il Paese è “ad alto rischio a causa degli impatti dei cambiamenti climatici”. Ma Il presidente Ivan Duque Marquez ha scelto una linea molto chiara, quanto criticata. Almeno nelle intenzioni, infatti, ha assunto un impegno ad affrontare la questione, ma nei fatti sta proseguendo politiche dannose a cominciare dal fracking per l’estrazione del petrolio. Marìa Angélica Mejìa Càceres, in un articolo su Earth.org ripreso da impakter.com, ha denunciato il comportamento del presidente colombiano. Una strategia comune a molti leader mondiali: promettere tanto, ma realizzare poco.

Proteste contro il fracking (Ezperanza Proxima su Flickr)

Duque “ha trascurato la necessità di affrontare le cause profonde delle catastrofi indotte dall’uomo in Colombia, che includono pratiche dannose per l’ambiente nel settore minerario ed estrattivo, nonché lo sfruttamento delle risorse a livello di superficie. Ciò può avere effetti pesanti sulle comunità”, ha scritto l’autrice dell’articolo. La compagnia petrolifera statale Columbia, Ecopetrol, ha progettato di avviare un programma per la tecnica del fracking nel 2020. Nonostante le continue sfide legali in corso nei tribunali nazionali, la società è stata autorizzata a procedere con l’attuazione del programma. Una decisione che ha scatenato le proteste dei movimenti contrari a questo tipo di estrazione: secondo gli attivisti provoca infatti la contaminazione dell’acqua. Il governo, osservano gli ambientalisti, mette così a rischio la salute pubblica e l’ecosistema: gli idrocarburi del petrolio e i metalli pesanti finiscono per contaminare il suolo e le acque. Contribuendo agli sconvolgimenti climatici che proprio in Colombia possono avere conseguenze devastanti.

Mejìa Càceres non ha lesinato critiche all’operato di Duque: “Si è crogiolato nella retorica dei cambiamenti climatici, ma i suoi fallimenti risiedono principalmente in ciò che non è stato detto. Eliminare progetti controversi non altera, né aiuta a risolvere la tensione fondamentale tra empowerment economico e la necessità di una crescita sostenibile”. “L’esempio della Colombia – ha concluso l’autrice dell’articolo – non è unico. Un confronto globale tra ciò che affermano i leader politici a livello internazionale e le loro effettive azioni politiche potrebbe rivelare altri divari significativi tra ciò che viene detto e ciò che viene fatto”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup