Back
città sostenibili

Città sostenibili: Amsterdam sì, Roma no

Città sostenibili: Amestradm è la più sostenibile d’Europa secondo lo Schroders European Sustainable Cities Index. Mentre Roma è tra le capitali con risultati più deludenti, nelle parti più basse della graduatoria. Schroders è una società che si occupa di “accelerare il cambiamento positivo. Il nostro scopo è quello di fornire un’eccellente performance di investimento ai nostri clienti attraverso una gestione attiva. Servendo i clienti, serviamo una società più ampia. Incanalare il capitale in imprese sostenibili e durevoli accelera il cambiamento positivo nel mondo. Finanziare il futuro è un privilegio: lo usiamo in modo saggio e responsabile”.

Qui ci sono le le prime 20 città dell’indice

L’indice delle città europee

L’indice delle 59 città sostenibili d’Europa ha preso in considerazione quelle con più di un milione di abitanti. La capitale olandese è seguita da vicino da Londra e Parigi al secondo e terzo posto rispettivamente. L’indice considera le 13 politiche ambientali, equamente ponderate. Queste riguardano aree come gli obiettivi di consumo di energia rinnovabile, trasporti pubblici più puliti, stazioni di ricarica per veicoli elettrici pubblici, plastica monouso. E ancora: qualità dell’aria, piani per il clima, obiettivi di neutralità del carbonio e politica dei rifiuti.

Il team di Schroders ha identificato queste aree come importanti durante la revisione dei documenti di politica ambientale per le città, così come le direttive e gli obiettivi dell’Unione Europea che sono stati utilizzati come linee guida per le migliori pratiche. Per esempio, la categoria del trasporto pubblico rinnovabile valuta se le città hanno politiche per utilizzare carburanti più puliti nel trasporto pubblico.

città sostenibili

@piqsels.com

Le città dell’Europa occidentale e settentrionale in cima all’indice

Amsterdam, Londra e Parigi hanno ricevuto punteggi simili in tutte le categorie politiche incluse nell’indice, molte delle quali sono state sostenute da piani climatici completi. Inoltre, i primi posti dell’indice sono stati dominati dalle città dell’Europa occidentale e settentrionale, con le città dell’Europa settentrionale che rientrano quasi esclusivamente nel primo lotto dell’elenco. Le città dell’Europa orientale si sono classificate principalmente verso la parte bassa dell’indice, ad eccezione di Praga e Sofia.

Sia Amsterdam che Parigi hanno ottenuto un buon punteggio sui loro ambiziosi obiettivi per il 2050 per il 100% di energia da fonti rinnovabili, ha spiegato Hugo Machin di Schroders che ha compilato l’indice. “In questa categoria, Londra è rimasta un po’ indietro con un obiettivo del 15% entro il 2030. Questo era inferiore alla direttiva dell’UE sull’energia rinnovabile, che mira al 27% del consumo finale di energia da fonti rinnovabili entro il 2030 e che è stato utilizzato come indicazione di buone pratiche per guidare il punteggio in questa categoria“.

La performance di Leeds

La città inglese di Leeds è arrivata al 16° posto dell’indice, davanti ad alcune delle più grandi città europee, come Bruxelles che si è classificata al 18° posto. Leeds ha ottenuto un buon punteggio in tutte le categorie politiche con una tabella di marcia completa Net Zero Carbon e una strategia di aria pulita per la città.

Al contrario, la performance relativamente scarsa di Bruxelles è dovuta alla mancanza di un obiettivo di neutralità del carbonio più ambizioso dell’UE (entro il 2050), mentre Leeds mira alla neutralità del carbonio entro il 2030. Bruxelles sembra anche mancare di un chiaro obiettivo di fornitura di energia rinnovabile rispetto ad altre città con un punteggio migliore, e ha un sistema di gestione dei rifiuti che fa il minimo indispensabile. Leeds ha anche una strategia completa di riduzione dei rifiuti.

città sostenibili

@piqsels.com

Città sostenibili: la capitale italiana è messa male

Alla fine dell’indice si trova Roma, che si è classificata al 44° posto. Anche se questo risultato deludente può essere in parte dovuto alla scarsa divulgazione, non c’è alcuna prova di una politica per migliorare l’efficienza energetica degli edifici o aumentare il numero di aree verdi. Non sono stati trovati obiettivi per le energie rinnovabili come proporzione della fornitura di energia o per il carbonio netto zero.

Dice Hugo Machin:”L’indice è importante perché classifica le città europee che forniranno ai loro abitanti un’alta qualità di vita, riducendo al minimo l’impatto ambientale. Questo è in accordo con l’obiettivo 11 dello sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. L’indice mostra quali città stanno attuando politiche che aiuteranno la trasformazione verso un futuro a basse emissioni di carbonio. Mostra anche le aree in cui i rappresentanti eletti non riescono a minimizzare l’impatto ambientale“.

Lo Schroders European Sustainable Cities Index è stato costruito utilizzando una ricerca sulle politiche a livello di città. La nostra ricerca si è basata sul livello di divulgazione fornito dai consigli comunali, e quindi vogliamo dire ed avvertire che ci possono essere politiche in atto di cui non siamo a conoscenza“. A Roma è sicuro…

Qui ci sono le le prime 20 città dell’indice

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup