Back

Città intelligente? Stoccolma è la migliore

Stoccolma, capitale della Svezia. Non solo è stata nominata la “città più intelligente del mondo” ma prevede di avere un’impronta di carbonio positiva entro il 2040 pur essendo una città in crescita molto rapida, fra le più rapide anzi tra quelle europee. E tutto questo a causa delle sue innovazioni in materia di ambiente, tecnologia digitale e benessere dei residenti.

Il sindaco di Stoccolma Anna König Jerlmyr ha illustrato gli ambiziosi obiettivi climatici della città in occasione di una conferenza del progetto europeo GrowSmarter.

Stiamo sviluppando una nuova tecnica di stoccaggio del carbonio. E pensiamo che con questa nuova tecnica, combinata con i nostri sistemi di teleriscaldamento che oggi sono privi di combustibili fossili, possiamo creare una città positiva per il clima”. La prima al mondo entro il 2040“.

La città più intelligente del mondo? Stoccolma

Il quartiere di Valla torg è uno di questi esempi degli sforzi che si stanno compiendo. Nell’ambito del progetto GrowSmarter, gli appartamenti pubblici sono stati ristrutturati per ridurre il loro impatto sul clima.

Ci sono auto elettriche e sistemi di condivisione delle biciclette, oltre a un nuovo tipo di sistema di gestione dei rifiuti. Tubi ad alta pressione sotterranei trasportano i rifiuti in un unico centro di raccolta, il che significa meno spazio e meno camion della spazzatura sulla strada.

Ogni tipo di sacco della spazzatura ha un colore diverso e un sensore ottico e le bilance di pesatura permettono il trattamento individuale dei rifiuti.

La città più intelligente del mondo? Stoccolma

Patrick Haraldsson, il presidente della società di raccolta rifiuti Envac del Nord Europa, sostiene che il sistema ad alta tecnologia consente ai residenti di ottenere un feedback immediato sui loro telefoni cellulari.

Sono informati su quanti rifiuti stanno creando e su quanto biogas produrrà.

In futuro, il sistema potrebbe essere utilizzato per far pagare i residenti in base alla quantità di rifiuti che creano. La mobilità urbana sostenibile è un’altra priorità della capitale svedese, che ha recentemente installato dei sensori vicino allo stadio della città che raccolgono una grande varietà di dati, con l’obiettivo di aiutare la città ad attuare una politica dei trasporti più efficiente.

Stanley Ekberg, Client Executive di IBM in Svezia: “Storicamente, si è aspettato uno o due anni per ottenere i dati. Ora, si ottengono dati vicini al tempo, vecchi di soli 15 minuti. Quindi, se hai preso una decisione e hai implementato qualcosa, ottieni un feedback immediato sui risultati. Quindi questo è molto buono”.

La città più intelligente del mondo? Stoccolma

Per Stoccolma, ridurre le emissioni significa anche affrontare il problema degli sprechi energetici, come il calore prodotto dai numerosi data center della città.

La società di archiviazione dati Glesys alimenta il sistema di teleriscaldamento, grazie ad un impianto a pompa di calore finanziato nell’ambito del progetto Growsmarter.

Il manager di Glesys, Joakim Jarstorp, afferma che ciò significa un data center più verde.

Invece di sprecare il calore nell’aria, recuperiamo anche i soldi dalla società di teleriscaldamento, perché comprano il nostro calore“.

Nel 2019 la rete di teleriscaldamento è stata in grado di riscaldare 30.000 appartamenti, non solo grazie al calore recuperato dal data centre Glesys, ma anche dai supermercati e persino dai crematori.

Internet potrebbe riscaldare la maggior parte dei 140.000 nuovi appartamenti che si prevede verranno costruiti a Stoccolma entro il 2030“, secondo Mika Hakosalo, che sta guidando l’implementazione delle soluzioni intelligenti a Stoccolma.

Martin Brolin, di Stoccolma Exergi, afferma che l’azienda spera di espandere la propria rete di sistemi di scambio termico. Il progetto GrowSmarter ha elencato 12 soluzioni intelligenti relative all’energia, alla mobilità e alle infrastrutture che sono in fase di realizzazione a Stoccolma e in altre due “città faro” – Barcellona e Colonia.

Alcune di queste soluzioni potrebbero presto essere installate in altre città europee, come Porto, Valletta e Cork.