Back
Curdi

Children of the camps: il dramma dei bambini curdi

Curdi. Quante volte Impakter Italia si è occupato di questo popolo senza una nazione, senza un territorio riconosciuto dalla comunità internazionale? Tante. Oltre ai link che sono presenti in questo post, basta scrivere “curdi” lì dove c’è il segno della lente d’ingrandimento della funzione “cerca”. Tutti i 17 obiettivi dell’Agenda Onu 2030 hanno a che fare con la situazione del popolo curdo.

Perchè è un dramma senza fine quello del popolo curdo che ogni racconto non potrà mai essere sufficiente a definire del tutto. Terre des Hommes, l’organizzazione internazionale che si preoccupa di proteggere i bambini in tutto il modo da ogni tipo di sopruso e violenza, è presente in Iraq dal 2003 per aiutare le vittime dei conflitti e delle crisi che si sono susseguite nel Paese e dal 2011 assiste i rifugiati siriani, scappati dall’orrore di una guerra che, a dieci anni dal suo inizio, non vede ancora la fine. Nel solo 2020 l’organizzazione ha raggiunto più di 250.000 persone, sfollati e rifugiati, con i suoi interventi.

E Sara Melotti, artista classe 1988, fotografa, documentarista e videomaker, ha visitato il campo profughi  del Governoratorato di Ebril, nel Kurdistan iracheno (il Kurdistan è un altopiano diviso in 4 grandi aree tra Turchia sud-orientale, della Siria settentrionale e dell’Iran nord-occidentale ed Iraq meridionale) dove Terres des Hommes è presente con la sua rete di assistenza anche per i bambini curdi.

Il risultato di questo viaggio è il video “Children of the camps” che si vede qui sotto.

Ora che ho visto i suoi segni con i miei occhi lo penso ancora più intensamente di prima: la guerra è la più grande vergogna dell’umanità. La guerra distrugge vite, devasta popoli, separa famiglie. La guerra non deve più esistere.” Sara Melotti. 

 “Siamo grati a Sara Melotti perché con il suo bellissimo racconto ha saputo descrivere la vita, le sofferenze e le deboli speranze dei troppi bambini e ragazzi che hanno dovuto rinunciare all’infanzia e all’adolescenza a causa della devastazione della guerra.” Afferma Paolo Ferrara, Direttore Generale di Terre des Hommes Italia “Le immagini raccolte da Sara documentano nel modo più diretto e immediato possibile l’impegno che Terre des Hommes porta avanti da oltre10 anni in Iraq, così come in tutti i paesi della regione mediorientale colpiti dalla crisi siriana, per garantire a bambini e ragazzi e alle loro famiglie protezione cure e diritti ci restituiscono quell’umanità che i numeri terribili di questa crisi ormai non riescono più a trasmetterci.”

“La felicità è una scelta” in uscita il 25 maggio per Piemme, è il libro di Sara Melotti nel quale ha raccolto il lavoro iniziato nell’ottobre del 2015 nel quale fotografato ed intervistato donne di tutto il mondo, dedicato alla ricerca del significato della bellezza.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup