Back

Cambio di passo di Biden su clima e sostenibilità

Cambio di passo degli USA sul clima grazie alla nuova amministrazione. Da Washington arriva un’inversione di marcia rispetto alle politiche trumpiane che portarono gli USA fuori dall’accordo di Parigi.

Dall’insediamento al summit, Biden sta cambiando gli USA

Dopo che mercoledì scorso i rappresentanti di diversi governi dell’UE  hanno trovato un nuovo accordo sul clima, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha seguito con prontezza l’esempio. Il vertice (virtuale) dei leader sul clima convocato da Biden è iniziato il giorno successivo a quello europeo, il 22 aprile. Si è trattata di un’occasione per Biden per trarre in salvo l’America dall’abisso anti ambientalista in cui Trump l’aveva lasciata, per via della sua totale negligenza sulla questione del cambiamento climatico. Dall’inizio della sua presidenza, Biden è stato fermo nella sua posizione: riportare gli Stati Uniti in prima linea nell’azione per il clima. Una delle sue prime, appena insediato, è stata infatti quella di far rientrare gli USA nell’accordo di Parigi. E il passo logico successivo è stato l’annuncio di un nuovo piano per il clima.

Le macerie lasciate da Trump

Eppure, il caos e lacune che Trump ha lasciato dietro di sé in materia di politiche climatiche, avevano indotto nella comunità internazionale un forte scetticismo sulla capacità degli USA di tornare sui loro passi. Questo anche al di là del cambio di inquilino alla Casa Bianca. Un aspetto che, trattandosi della prima potenza mondiale, aveva avuto importanti ripercussioni a livello internazionale. Il primo problema per gli gli Stati Uniti è dunque affrontare e superare il deficit di credibilità dopo la presidenza di Donald Trump, che ha visto il paese non solo abbandonare gli Accordi di Parigi sul clima, ma anche smantellare ogni forma di protezione ambientale.

L’obiettivo

Biden ha sposato l’obiettivo di ridurre entro il 2030 le emissioni del 50-52% rispetto ai livelli del 2005 . “Questo è il decennio in cui dobbiamo prendere decisioni che evitino il peggio dalle conseguenze della crisi climatica”, ha dichiarato al vertice. Questo obiettivo climatico segna una tappa importante dell’obiettivo ultimo di Biden: decarbonizzare completamente l’economia degli Stati Uniti entro il 2050. Un progetto che, secondo lo stesso Presidente, creerebbe milioni di posti di lavoro. I repubblicani tuttavia e che è stato accolto il piano con scetticismo. Molti di loro sostengono addirittura che si tratta di misure che danneggerebbero l’economia.

Un cambio di passo che piace ai leader mondiali

La via climate friendly della nuova amministrazione americana è stata accolta con grande felicitazione dai leader mondiali, tra cui la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen. Appoggio entusiasta è giunto anche dal primo ministro britannico Boris Johnson, che ha definito “rivoluzionario” il piano di Biden.

Articolo tratto da Impakter.com.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup