Back
Cambiamenti climatici

Cambiamenti climatici: è il momento di farci prendere dal panico?

Cambiamenti climatici: è il momento di farci prendere dal panico? Un titolo allarmante per una situazione che si fa ogni giorno più seria. Ma è anche il titolo del secondo di una serie di video esplicativi in due parti per Extinction Rebellion, incentrata sulla crisi climatica ed ecologica. In questo articolo tratto da Impakter.com  a firma di Anna Durbanova, daremo uno sguardo alle prove della crisi climatica e passeremo in rassegna il cortometraggio d’animazione.

Il clima del nostro pianeta è cambiato nel corso di milioni di anni, si è riscaldato e si è raffreddato, ma oggi la Terra si sta riscaldando molto più velocemente di prima. La ragione sta nell’abbondanza di gas serra nell’atmosfera, come l’anidride carbonica (CO2) e il metano, che intrappolano il calore del Sole nell’atmosfera terrestre, causando il riscaldamento del pianeta e perturbando il clima.

Oggi la Terra si riscalda più velocemente, l’oceano si alza e assorbe più calore per disturbare la vita marina, il ghiaccio artico si scioglie più velocemente e si verificano più disastri naturali estremi.

Cambiamenti climatici

@pin.it by impakter.com

Anidride carbonica e cambiamenti climatici

La CO2 o anidride carbonica è un gas serra vitale che aiuta a intrappolare il calore del Sole nell’atmosfera terrestre, non lasciando che la Terra sia inospitale e fredda. Tuttavia, l’aumento della concentrazione di CO2 nell’atmosfera porta al riscaldamento globale e perturba il clima del pianeta. La CO2 viene rilasciata attraverso processi naturali come le eruzioni vulcaniche, gli incendi boschivi, la respirazione dell’organismo e la decomposizione. Oltre a ciò, l’attività umana porta più anidride carbonica attraverso la combustione di combustibili fossili, la produzione di cemento e la deforestazione.

Dalla Rivoluzione Industriale (a metà del 1700), la concentrazione di anidride carbonica è aumentata del 35%.  L’80% della concentrazione di CO2 nell’atmosfera è dovuta all’emissione di CO2 dovuta alla combustione di combustibili fossili e il 20% alla deforestazione e alle pratiche agricole. L’attuale concentrazione di CO2 (per l’anno 2020) è di 414 ppm (concentrazione in parti per milione), superiore alla quantità media di anidride carbonica prima della rivoluzione industriale (280 ppm).

Cambiamenti climatici

@XR_Climate_Crisis_1-1-by impakter.com

Le prove dei cambiamenti climatici

Aumento della temperatura globale, la spia dei cambiamenti climatici. Una delle prove e dei segni del cambiamento climatico è l’aumento della temperatura media superficiale del pianeta.  Dalla fine del XIX secolo, la temperatura del pianeta è aumentata. Secondo il Goddard Institute for Space Studies (GISS) della NASA, la temperatura Anomaly ha superato il limite di 0,5 °C dal 2001 (ad eccezione del 1998 con 0,61 °C), raggiungendo 0,99 °C nel 2019.

Riscaldamento dell’oceano. L’oceano svolge un ruolo vitale nel sostenere la vita sul pianeta. Assorbe energia, calore e la distribuisce uniformemente in tutto il pianeta, e l’oceano assorbe anche anidride carbonica.  A causa della maggiore concentrazione di gas serra nell’atmosfera, l’oceano assorbe più calore del solito, il che porta all’aumento della temperatura dell’oceano e mette a rischio la vita marina e gli ecosistemi. La cima di 700 metri (2300 piedi) dell’oceano mostra il riscaldamento di oltre 0,4 gradi F dal 1969.

Aumento del livello del mare. Il Centro di Volo Spaziale Goddard della NASA osserva il livello del mare dai satelliti dal 1993. Dal 1993 al 2000, il livello globale del mare è aumentato di circa 20 cm (8 pollici). Da allora il tasso è quasi raddoppiato, e sta accelerando leggermente ogni anno. L’ultima misurazione del livello del mare è di 94 (± 4) mm per marzo 2020 (rispetto a 22,2 (± 4) mm per marzo 2000).

Ghiaccio del mare artico. Per tutto il 1979 fino ad oggi, l’estensione e lo spessore dei ghiacci del Mare Artico sono diminuiti rapidamente. Secondo le osservazioni satellitari della NASA, ogni settembre i ghiacci del Mare Artico raggiungono il loro minimo. Il tasso di riduzione dei ghiacci del mare artico di settembre è del 12,85% per decennio.

Come possiamo vedere, il clima cambia rapidamente, portando incertezza e preoccupazioni per il futuro della prossima generazione. Sempre più attivisti del cambiamento climatico, filantropi e organizzazioni no-profit hanno dato vita a un movimento per il cambiamento climatico con la missione di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla crisi ambientale e di incoraggiare ad agire di conseguenza. Uno dei movimenti globali del cambiamento climatico è la Extinction Rebellion.

La serie animata di video

Extinction Rebellion fa già la differenza con oltre 1138 gruppi in 69 paesi. Si è guadagnata la reputazione di una legislazione convincente, che spinge il governo ad agire con giustizia sulla crisi climatica ed ecologica, utilizzando proteste abili, creative e non violente in tutto il mondo.

Uno dei modi creativi e non violenti è la creazione di brevi serie animate di video esplicativi, composte da due parti: “Emergenza estinzione, e perché dobbiamo agire ora” e “Crisi climatica, e perché dovremmo andare nel panico”.

La prima parte della serie è “Extinction Emergency, and Why We Must Act Now“, prodotta da Selena Schellenberg, doppiata da Naomi Harris, accompagnata dalla musica di Brian Eno e Simon Bass. Il video animato mette in evidenza le conseguenze dell’attività umana e riassume la perdita di diversità sul pianeta, il consumismo dilagante e la crisi ecologica.

La seconda parte della serie, che potete vedere qui sopra, è “Climate Crisis, and Why We Should Panic“, prodotto da Selena Schellenberg, doppiato da Keira Knightley, con la musica di Simon Bass. Il video spiega la causa del cambiamento climatico, perché i governi devono agire per affrontare la crisi emotiva ed entrare in modalità crisi, e cosa succederà se non si farà nulla al riguardo. Il film è tradotto in 14 lingue diverse.

Il commento di Keira Knightley la famosissima attrice inglese:

“Volevo parlare a favore di Extinction Rebellion. Dare la mia voce alla questione più urgente del nostro tempo mi è sembrato il modo giusto per prendere posizione nella speranza di poter lasciare un mondo degno di essere vissuto per i nostri figli”. Il cambiamento climatico e la crisi ecologica sono due aspetti dello stesso problema. Questa animazione spiega l’aspetto del cambiamento climatico in modo no-nonsense – anche se il messaggio è orribile da sentire”.

Questo è il primo video della serie.

Qui l’articolo completo su impakter.com

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup