Back
The Guardian borghi italiani

Borghi Italiani: arriva l’illustre endorsement del Guardian

Arriva dalla Gran Bretagna la proposta post-Covid per non farsi sfuggire l’opportunità di scoprire i piccoli borghi italiani. Monteverde (Avellino), Montefalco (Perugia) e Campli (Teramo), queste le mete citate. Ma lo Stivale propone tanti piccoli scrigni noti per il retaggio storico e per le bellezze paesaggistiche.

Il suggerimento porta la firma di James Imam del The Guardian, che titola il suo articolo ‘Italy’s remote villages now make an ideal escape’. Tradotto ‘Borghi italiani lontani dai centri affollati, ora sono l’ideale fuga’, così recita. In breve, quindi, non ci sono dubbi nemmeno da Londra: Italia e borghi, mai unione fu così desiderabile per questo 2020.

Campli e Monteverde: ‘turismo sostenibile’ contro lo spopolamento

Uno scorcio di Monteverde irpino

La porta d’uscita da questo lockdown sembra essere una: la scoperta dei luoghi piccoli, meno affollati che esprimono l’identità del territorio. Tra le proposte presenti nell’articolo della testata britannica, troviamo come capolista Campli, un comune di circa 7.000 nella provincia di Teramo. Un gioiello incastonato nella montuosa regione d’Abruzzo. Come tutti i piccoli centri, anche questo comune, ha una forte tradizione gastronomica di rilievo che ben si lega ai fasti religiosi del luogo.

Un salto più giù, e siamo nella provincia di Avellino, a Monteverde (di cui Impakter Italia ha già parlato in questo articolo). La posizione geografica del comune irpino è particolare: si trova tra Campania, Puglia e Basilicata. In pochi minuti, si può arrivare ai suggestivi laghi di Monticchio e alla potentina Melfi. Ma “rotolando verso sud”, in Basilicata, si possono visitare le suggestive Matera o la più piccola Craco, città che per la loro monumentale bellezza naturale, fanno eco in tutto il mondo. I comuni irpini limitrofi, di Calitri e Aquilonia, per citarne qualcuno, possono essere una buona alternativa per restare qualche giorno più a Monteverde.  Il borgo è stato premiato, nel 2019, come ‘Access City Award’ da  Marianne Thyssen, Commissario europeo per l’occupazione, Affari sociali, Abilità e Mobilità del lavoro.

Montefalco, l’enogastronomia come offerta turistica

Tra le città menzionate dell’illustre giornale d’Oltremanica c’è Montefalco (anche in questo caso Impakter Italia ne ha raccontato le bellezze), a pochi passi da Perugia. Siamo in Umbria. Gli assi nella manica sono enogastronomia e natura. Il borgo è già Città del Vino e Città dell’Olio. Da questa premessa, difatti, è stato disegnato un percorso enogastronomico e culturale che porta il nome di ‘La strada del Sagrantino’ che unisce cinque borghi, soprattutto se si parla di buona tavola locale, di cultura e folklore. Montefalco, Bevagna, Giano dell’Umbria, Gualdo Cattaneo e Castel Ritaldi.  Passeggiate ed escursioni a piedi, in bici o a cavallo, in aggiunta.

Montefalco (Foto di Zyance tratta di Wikipedia)

Per valorizzare il celebre rosso Docg, è stato istituito un percorso enogastronomico e culturale chiamato “La strada del Sagrantino”. L’itinerario, si snoda in una strategica rete costituita da cinque borghi, emblema di arte, sapori e profumi unici. Si tratta di Montefalco, Bevagna, Giano dell’Umbria, Gualdo Cattaneo, e Castel Ritaldi. Qui, non mancano le attività promosse dagli enti del territorio, di cui, Il Consorzio di Tutela dei Vini Montefalco, che del suo slogan ‘promuovere, valorizzare e tutelare’ riassume i valori caratterizzanti, dal 1981, coordina le aziende che, della qualità, hanno fatto la loro ragion d’essere.

L’ente rilancia il turismo di queste zone, proprio in questi giorni di giugno con il “Bevagna, ristoranti e bellezze a cielo aperto”. Ecco dunque enogastronomia e itinerari, naturalistici e culturali, nella panoramica di quest’estate 2020, tra misure restrittive e incentivi  (come in bonus vacanze) proseguiranno a Montefalco a settembre, con l’evento ‘Enologica’. L’iniziativa è ideata sempre dalò Consorzio di Tutela Vini Montefalco e di Strada del Sagrantino. La kermesse vede come protagonista il vino, i prodotti locali, la cultura e il ‘buon vivere’.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup