Back

Borghi del tufo: un itinerario scavato nella roccia

Borghi del tufo. Un itinerario che percorre vie scavate dagli Etruschi nelle rocce di 600mila anni fa. Siamo nella bassa Toscana, quasi al confine con il Lazio. Scopritelo con noi.

A spasso tra i borghi del tufo

Ad ovest del Lago di Bolsena, nella bassa Toscana a pochi chilometri dal confine con il Lazio, si estende un’area di aventi un raggio di circa 10-15 chilometri dove il tufo è il grande protagonista. Talmente protagonista che l’area è diventata il Parco archeologico del Tufo. In questo meraviglioso spicchio di Toscana si trovano tre borghi, Pitigliano, Sorano e Sovana, chiamati i “borghi del tufo”. Oltre ad essere dei bellissimi siti da visitare, rappresentano le tre tappe di un itinerario del tufo che rappresenta una deviazione particolarmente suggestiva della Via Francigena.

Foto: Pinotto42

Si tratta davvero di un’esperienza unica. L’appassionato potrà fare trekking percorrendo degli autentici canyon, strettissimi, delimitati da pareti di tufo alte e assai ripide. Per lunghissimi tratti sembra di camminare in enorme labirinto “costruito” circa seicentomila anni fa  dall’attività vulcanica. 

Il borgo di Pitigliano

Pitigliano è il centro maggiore. L’abitato appare adagiato su una base di roccia tufacea, che quasi sembra fondersi con le tonalità ocra delle case. L’area, situata  313 metri di altitudine, ha visto la presenza dell’Uomo almeno fin dall’epoca etrusca. Il borgo oggi è conosciuto anche come Piccola Gerusalemme, in quanto vi abita una nutrita comunità ebraica. Ed è proprio la sinagoga, risalente fine del Sedicesimo secolo, uno degli edifici più belli e caratteristici di Pitigliano. L’edificio religioso ospita dei magnifici arredi. Molti suggestivi gli ambienti situati al di sotto tempio. Qui è possibile visitare i locali per il Bagno Rituale, il Forno delle Azzime, la Macelleria kasher, la Cantina kasher e la Tintoria.

Foto: Sidvics

Assolutamente da visitare anche la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, il Duomo, Acquedotto Mediceo e il gioiello del borgo: il sontuoso Palazzo Orsini. Ma il piatto forte di Pitigliano sono sicuramente le cantine ricavate nel tufo. Molte di queste, secondo una ricostruzione storica suggestiva e non meno realistica, sono state realizzate a partire da tombe etrusche.

Una bella novità per il turismo locale

Impakter Italia ha più volte trattato il tema del turismo lento e sostenibile come alternativa al turismo di massa delle grandi città d’arte. E più volte abbiamo sottolineato come, in tempi di pandemia, questa opportunità alternativa diventa una necessità. Il quadro generale è quello di un paese dove vaste aree del territorio, soprattutto nell’entroterra appenninico, pullulano di meraviglie naturalistiche e architettoniche abbandonate o poco e male sfruttate. In questo senso è molto importante quando deciso in questi giorni per l’area dei borghi del tufo e più in generale per il territorio circostante, riguardo  alla valorizzazione del territorio e la promozione del turismo. Una nota comunale di pochi giorni riporta che “la Giunta comunale ha approvato il protocollo d’intesa con Seam s.p.a., società di gestione dell’aeroporto civile di Grosseto, per la valorizzazione e la promozione turistica del territorio della Maremma in ambito locale, nazionale ed estero, attraverso attività concordate e varie iniziative nel settore del Turismo”.

Foto: Saiko

Poi prosegue, “La volontà, insieme a Seam s.p.a, è quella valorizzare il potenziale turistico del territorio. Consapevoli, ambo le parti, del grande richiamo dal punto di vista ambientale, storico, culturale, enogastronomico, paesaggistico, archeologico, termale, venatorio e faunistico.

Foto in copertina: Costaetrusca

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup