Back

Bhutan, il polmone verde del mondo che investe sul clima

Un Paese che cattura con le sue foreste più anidride carbonica di quella che produce con la sua economia. Un polmone verde che regala al pianeta fondamentali tonnellate di aria pulita il Bhutan, piccolo Paese incastonato tra le vette dell’Himalaya tra Cina e India, “sequestra” infatti 6,3 milioni di tonnellate di anidride carbonica all’anno: quattro volte quello che emette, rendendolo un esempio unico al mondo. E non solo per questo. Il Bhutan sembra infatti uscito fuori da un racconto fiabesco: è capace di mettere insieme sviluppo e sostenibilità, come indicato dagli obiettivi di Sostenibilità delle Nazioni Unite. Certo non tutto è perfetto: per esempio sono preoccupanti i consumi di legna e le attività agricole dannose per l’ambiente. Ma sono molti gli spunti positivi che offre.

Foreste per Costituzione

Il Paese, guidato da una monarchia costituzionale, rappresenta un modello in cui il principio della sola crescita del Prodotto interno lordo, a discapito del rispetto dell’ambiente, viene rovesciato, proponendo il cosiddetto Fil (Felicità interna lorda). La ricchezza risiede nella felicità e nella tutela della biodiversità, tanto da aver inserito nella Costituzione il requisito di preservare, per sempre, un aspetto: fare in modo che almeno il 60% nazione resti composto da foreste.

La crescita economica non è quindi per forza legata al saccheggio delle risorse naturali. Un coraggioso tentativo di trovare un equilibrio tra crescita materiale, inclusività sociale, identità culturale, sostenibilità ambientale e pratiche di buon governo. Di certo aiuta il fatto che la popolazione sia, secondo il censimento del 2015, di 750mila abitanti. Poche persone che cercano di non calpestare la natura e al contrario di quanto accade nelle altre aree del mondo, la flora e la fauna sono tutelate e risulta un aumento della biodiversità. Il Bhutan è diventato perciò una delle ultime roccaforti per le specie minacciate dall’estinzione.

Biofin e la strategia per lo sviluppo sostenibile

Certo, come si diceva, non tutto è perfetto: il Bhutan ha uno dei più alti consumi pro capite di legna al mondo, il 69% della popolazione svolge un’attività agricola che ha un forte impatto sul clima. Punti cruciali che però sono pronti per essere affrontati. Con uno scopo preciso: rendere il Paese asiatico sempre più un modello. Per questo motivo è stata predisposta strategia di sviluppo attento alla sostenibilità: particolare attenzione è stata dedicata all’ecoturismo e alla crescita delle piccole e medie imprese. Le Istituzioni economiche internazionali hanno avviato un lavoro con il governo per realizzare riforme fiscali e rendere più semplice il modello di tassazione. Un’operazione resa possibile grazie al Biodiversity Finance Initiative (Biofin), uno strumento del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (Undp).

Il segretario di Stato, Dasho Nim Dorji, al termine di una serie di incontri, ha così indicato una serie di opzioni di finanziamento innovative, stabilendo alcuni capisaldi: un nuovo fondo per il clima e la riforma del sistema di riscossione delle imposte. Il lavoro della Biofin ha consentito la creazione di un fondo nazionale indipendente dal governo per la tutela della biodiversità: l’iniziale investimento di 21 milioni di dollari si è triplicato, garantendo finanziamenti a lungo termine per garantire i progetti di salvaguardia delle aree protette e delle comunità circostanti.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup