Back

Barriera corallina salvata dalle mangrovie

Barriera corallina e mangrovie. In Madagascar, nella Bay of Assassins, è in corso un progetto per combattere la deforestazione e proteggere la barriera corallina. Ecco tutti i dettagli.

Mangrovie in soccorso della barriera corallina

Si tratta di un progetto che si estende su di un’area di circa 1000 ha. È realizzato in stretta collaborazione con le associazioni e le autorità locali e regionali, che una volta a regime raggiungerà diversi obiettivi dei 17 indicati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Il progetto si basa sull’alta capacità delle mangrovie di assorbire carbonio e proteggere fisicamente le barriere coralline. I punti cardine del progetto sono preservare la qualità e l’estensione attuali delle foreste di mangrovie; quindi ridurre la deforestazione delle mangrovie attraverso una gestione sostenibile; ripristinare aree degradate della foresta di mangrovie; stabilire piantagioni di alberi nativi che da utilizzare come fonte di legno alternativa.

Il ruolo delle Mangrovie

Le foreste di mangrovie sono ecosistemi eccezionalmente produttivi. Supportano una biodiversità unica e forniscono la base di risorse naturali per il benessere di milioni di persone che risiedono nelle località costiere. Nel caso della Bay of Assassins in Madagascar, le foreste di Mangrovie rappresentano una protezione naturale dalle mareggiate, forniscono legna da ardere e materiale da costruzione e supportano la sicurezza alimentare sostenendo importanti attività di pesca come gamberetti e granchi . Ma non solo, rappresentano una nicchia protetta per specie in via di estinzione quali tartaruga verde e lo squalo grigio della barriera corallina.

Un progetto che soddisfa l’Agenda 2030 dell’ONU

Grazie a questo progetto 4mila persone hanno accesso finanziamenti sociali che aumentano il loro reddito (SDG 1). Il reddito derivante del progetto contribuisce al sostenimento dell’area marina in gestione, che fornisce pesce, ossia la fonte proteica primaria per la popolazione (SDG2). Non solo, parte delle entrate contribuiscono a sovvenzionare le tasse scolastiche per i bambini nei villaggi coinvolti (SDG 4). Il progetto prevede un alto coinvolgimento delle donne in tutte le attività, dando in questo modo un forte impulso alla parità di genere (SDG 5). Viene finanziata la costruzione di una rete fognaria per acqua potabile nei villaggi che partecipano all’iniziativa (SDG 6). Inoltre, vengono abbattute le emissioni annue di carbonio per quasi 1000 tonnellate. 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup