Back

Balena franca: in un documentario la biodiversità a rischio

Balena franca, l’ennesimo gigante a rischio estinzione. Ora un documentario racconta la storia di questo animale, tra inquinamento dei mari, commercio non sostenibile e biodiversità minacciata.

Il documentario

Il documentario “Entangled” segue gli sforzi della campagna per salvare la balena franca del Nord Atlantico, a grave rischio di estinzione. Il regista David Abel ha realizzato un’ampia panoramica sull’impatto del riscaldamento globale sui nostri oceani e, a sua volta, sui mezzi di sussistenza dell’industria della pesca dell’aragosta. Al centro dell’attenzione, la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), incaricata di proteggere sia la pesca più redditizia del Nord America (che genera più di 1,5 miliardi di dollari per la sola economia del Maine) sia l’iconica balena franca in via di estinzione.

Il documentario segue la difficile perseguimento di un equilibrio tra questi interessi in competizione. Attraverso questa interessante prospettiva, “Entangled” dà uno sguardo alle conseguenze indesiderate che i cambiamenti climatici e la mancata conservazione della fauna selvatica possono avere sulla vita dell’Uomo Il film è il terzo di una serie di documentari sulla fauna selvatica (“Lobster War”, “Sacred Cod”) realizzato dagli stessi produttori. Ha già accumulato una serie di premi di alto profilo. Tra questi: il premio Jackson Wild 2020 e il premio John de Graaf Environmental Filmmaking 2021. Ha anche ricevuto un forte sostegno da un’importante realtà attiva nello sforzo di conservazione della balena franca, il Fondo internazionale per il benessere degli animali (IFAW), che ha partecipato al film e ha inoltre contribuito a promuoverlo.

La balena franca a rischio estinzione

Descritta nel film come “una delle meraviglie del mondo vivente”, la balena franca del Nord Atlantico rischia ora di diventare la prima balena nella storia moderna ad estinguersi. All’attuale tasso di declino della specie, gli scienziati dicono che potrebbe scomparire entro i prossimi due decenni. Storicamente, la balena franca del Nord Atlantico era stata a un passo quasi all’estinzione per millenni. Tuttavia, con il divieto della caccia alle balene del 1935 e altri provvedimenti successivi, la popolazione aveva iniziato a riprendersi provvisoriamente fino al 2010, quando i numeri hanno iniziato bruscamente a diminuire di nuovo.

Ora la specie è ancora una volta tra le più minacciate del pianeta. I funzionari della NOAA calcolano che per mantenere una popolazione sostenibile, non si può permettere che si verifichi più di una morte prematura all’anno. Eppure, questo numero è stato superato ogni anno negli ultimi due decenni. Il principale responsabile? L’azione dell’Uomo.

Negli ultimi 10 anni, la popolazione di balena franca è diminuita del 20%. Nel 2017 è stato registrato un numero record di 17 morti, mentre nel 2019 sono morte 10 esemplari. Tuttavia, la ricerca suggerisce che questo numero potrebbe essere molto più alto. Uno studio recente ha rilevato che le carcasse osservate rappresentavano solo il 36% di tutti i decessi stimati tra il 1990 e il 2017.

Articolo tratto da Impakter.com.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup