Back

Ancora lo scandalo dello spreco di cibo

Quasi all’alba delle pubblicazioni di Impakter Italia, due anni fa, ci occupavamo, dello spreco di cibo che si consuma ogni giorno in ogni parte del mondo. E da allora abbiamo ripetutamente scritto di idee, soluzioni, proposte, startup per cercare di risolvere questo che è un problema completamente in antitesi con le tre declinazioni di sviluppo sostenibile:ambiente-economia-sociale.

Nonostante gli appelli ed i richiami mondiali a ridurre questa pratica, il recentissimo Premio Nobel al World food programme dell’ONU,  i dati recentemente forniti dall’ONU in seguito alla Giornata contro lo spreco alimentare (29 settembre) dimostrano come non ci si è mossi di un millimetro da quelli precedenti.

License: Free for personal & commercial use

Le ultime cifre

L’Ipcc (The Intergovernmental Panel on Climate Change) ha segnalato che circa il 30% del cibo prodotto diventa rifiuto senza passare dalla tavola: si tratta di 1,6  tonnellate di cibo che tradotti in moneta, diventano più o meno 1200 miliardi di dollari. E che assommano, le 1,6 tonnellate di cibo buttato,  a 4,4 miliardi di tonnellate di CO2 all’anno. La coltivazione di ortaggi e la frutta, che finiscono al macero, richiede oltre 73 milioni di metri cubi di acqua all’anno. Un dato di un anno fa riportava che nel nostro Paese – per fare un solo esempio –  eravamo soliti buttare oltre 13mila quintali di pane fresco al giorno rispetto alle 72 mila sfornate.

Ma c’è di più ed è un altro dato impressionante: c’è troppa gente che mangia tanto, moltissimo al punto che il numero di obesi nel mondo è raddoppiato negli ultimi 40 anni esatti: più di 1,9 miliardi di adulti erano in sovrappeso, e tra questi oltre 600 milioni obesi. Se aggiungiamo il cibo per gli allevamenti la quantità di spreco arriva al  44% delle calorie prodotte: il che vuol dire che nel 2020 se non buttassimo via tutta questa roba si potrebbe nutrire in modo sufficiente circa il doppio della popolazione mondiale attuale e senza senza sprechi. Ma ci sono ancora 815 milioni di persone denutrite (fonte FAO)

License: Free for personal & commercial use

Come si produce lo spreco del cibo

Nelle aziende perchè i tempi di raccolta sono inadeguati, le condizioni climatiche sono avverse, le pratiche applicate al momento della raccolta e della manipolazione non sono corrette, e le sfide nella commercializzazione dei prodotti spesso non sono regolari.

Nei magazzini: parliamo di stoccaggio non adeguatoo, decisioni prese nelle fasi iniziali della catena di approvvigionamento che fanno sì che i prodotti abbiano una durata di conservazione più breve.

Nel transito del cibo: una buona infrastruttura e una logistica commerciale efficiente sono fondamentali per prevenire la perdita di cibo. La lavorazione e il confezionamento hanno un ruolo importante nella conservazione degli alimenti e le perdite sono spesso causate da strutture inadeguate, malfunzionamenti tecnici o errori umani.

Nei negozi: le cause dello spreco alimentare a livello di vendita al dettaglio sono legate alla limitata durata di conservazione, alla necessità che i prodotti alimentari soddisfino gli standard estetici in termini di colore, forma e dimensioni e alla variabilità della domanda.

In casa: gli sprechi dei consumatori sono spesso causati da una cattiva pianificazione degli acquisti e dei pasti, da un eccesso di acquisti (influenzati da porzioni e dimensioni delle confezioni troppo grandi), dalla confusione sulle etichette e da una cattiva conservazione in casa.

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup